Brillante seduta ieri per Banca Popolare di Sondrio che ha mostrato un andamento molto vivace, dopo la chiusura poco mossa della vigilia, quando la giornata era stata archiviata con un frazionale rialzo dello 0,11%.

Banca Popolare di Sondrio scatta in avanti, ma con bassi volumi

Ieri il titolo ha messo a segno un deciso balzo in avanti, fermandosi a 3,648 euro, con un rally del 3,4%, alimentato però da bassi volumi di scambio, visto ch a fine giornata sono passate di mano quasi 800mila azioni, ben al di sotto della media degli ultimi 30 giorni pari a circa 1,3 milioni.

Nasce comitato per identità e autonomia della banca

Banca Popolare di Sondrio ha calamitato gli acquisti dopo che, confermando le indiscrezioni emerse nei giorni scorsi, un gruppo di azionisti dell'istituto di credito ha promosso un’iniziativa finalizzata a preservare l’identità e l’autonomia e indipendenza della banca, anche dopo la trasformazione in SPA,  attesa entro fine anno.

L'economista Marco Vitale, alla guida di un gruppo di soci di Banca Popolare di Sondrio, ha favorito la nascita del Comitato per sostenere l'autonomia e l'indipendenza dell'istituto.

Vitale e altri soci da sempre hanno criticato la riforma delle Popolari che prevede la trasformazione delle stesse in SPA, presentando ricorsi alla Corte costituzionale italiana, alla Corte di giustizia europea e al Consiglio di Stato, che hanno comunque confermato la costituzionalità e legalità del provvedimento voluto dall'allora Governo Renzi.

Il progetto di Vitale e altri soci

Le opzioni alternative previste dai soci sono tre: una è più morbida e contempla interventi statutari come l’introduzione del voto maggiorato per i soci.

La seconda prevede un'azione attiva della banca e la creazione da parte della stessa di una cooperativa in cui far confluire tutti i soci di Banca Popolare di Sondrio, con l’obiettivo di avere una maggioranza nell’azionariato della società quotata.

La terza opzione prevede la creazione da parte dei soci di una newco cooperativa in cui far confluire le loro quote in Banca Popolare di Sondrio, con l’obiettivo di arrivare a un controllo di una quota significativa della banca.

Banca Popolare di Sondrio: Equita commenta le ultime news

Secondo gli analisti di Equita SIM, l’effettiva fattibilità delle ultime due opzioni indicate rimane da verificare, in particolare considerando che per la detenzione di una quota di oltre il 10% in un istituto bancario è necessaria l’autorizzazione del regolatore.

Secondo quanto riportato da Milano, Banca Popolare di Sondrio starebbe invece valutando l’introduzione del voto maggiorato per dare maggior peso agli azionisti più stabili.

In attesa di novità, Equita SIM non si sbilancia sul titolo e mantiene una view improntata ala cautela, con una raccomandazione "hold" e un prezzo obiettivo a 3,53 euro.