Chiusura negativa ieri anche per Banca Popolare di Sondrio che ha terminato gli scambi in calo dopo essersi lasciato alle spalle la seduta di venerdì scorso con un frazionale rialzo dello 0,05%.

Banca Popolare di Sondrio: avvio di settimana in calo

Ieri il titolo ha terminato gli scambi a 3,782 euro, con un calo dello 0,53% e oltre 450mila azioni trattate, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a oltre 1,5 milioni.

Banca Popolare di Sondrio sarà chiamato nei prossimi giorni a presentare i risultati del primo trimestre di quest'anno e la data da segnare sul calendario è quella del 10 maggio.

Banca Popolare di Sondrio: cosa aspettarsi dai conti del 1° trimestre

Gli analisti di Equita SIM si aspettano una buona performance sul fronte dei ricavi core, soprattutto sul versante net interest income.

Mentre nel primo trimestre di quest'anno, coerentemente con le aspettative che gli analisti hanno per altre banche, non vedono particolari elementi di discontinuità sulla crescita degli impieghi e sui tassi d’interesse, gli esperti ritengono che l’impennata dell’inflazione possa aver sostenuto il contributo del portafoglio titoli della banca.

Quest'ultima aveva 5,7 miliardi di euro di titoli di Stato a tasso variabile e legati all’inflazione al 2021.

Per quanto riguarda le commissioni, gli analisti si aspettano una crescita a una singola cifra media anno su anno, guidata da un lato dalla piena operatività del canale bancario, con il primo trimestre 2021 ancora influenzato dalle restrizioni Covid, e dall’altro da un trend positivo della raccolta indiretta.

In un contesto di mercato volatile, con una performance negativa del segmento obbligazionario, gli analisti si aspettano un contributo debole/negativo dal trading.

Sotto la linea operativa, gli esperti vedono un costo del rischio superiore a  50 punti base, che incorpora un atteggiamento più cauto sugli accantonamenti.

Banca Popolare di Sondrio: Equita SIM rivede le stime

Nel dettaglio, con riferimento ai primi tre mesi del 2022, gli analisti vedono ricavi totali in calo dl 5% a 235 milioni di euro e un utile netto peri 39 milioni di euro.

Alla luce delle loro aspettative per il trimestre e dell’evoluzione dello scenario macro, gli analisti di Equita SIM hanno rivisto le loro stime per il 2022, tagliandole del -7%.

In particolare, hanno aumentato il net interest income del 3% per riflettere il maggior contributo del portafoglio titoli, ridotto il contributo del trading e incrementato il costo del rischio da 45 a 51  punti base.

Analogamente, le previsioni sull'utile netto 2023 sono state tagliate del 6%.

Banca Popolare di Sondrio: analisti cauti. Giù il target price

Equita SIM evidenzia che Banca Popolare di Sondrio ha sovraperformato il settore, con una performance da inizio anno a +1% assoluta e 21% relativa.
Confermata la view cauta sul titolo, con una raccomandazione "hold" e un prezzo obiettivo ridotto del 7% a 4,5 euro.