La seduta odierna prosegue in maniera contrastata per le utility, con una prevalenza di segni meno, in controtendenza rispetto al Ftse Mib.

Utility a due velocità sul Ftse Mib

Ad avere la peggio è Enel che scivola in fondo al paniere delle blue chips, con un calo dello 0,88%, seguito da Terna che scende dello 0,67%, mentre Hera e A2A calano dello 0,38% e dello 0,23%.

In controtendenza rispetto al settore Italgas e Snam che salgono rispettivamente dello 0,17% e dello 0,57%.

A condizionare l'andamento odierno del settore utility sono le indicazioni poco incoraggianti che arrivano dal mercato obbligazionario.

Utility appesantite dall'andamento di BTP e Spread

Lo Spread BTP-Bund sale del 2,71% a 136,6 punti base e le vendite sui BTP favoriscono ulteriori rialzi dei tassi, con il decennale in rialzo dell'1,98% all'1,234%.  

Utility: bollette luce e gas rateizzate fino a 10 mesi. Quale impatto?

A richiamare l'attenzione sulle utility sono le notizie riportate da vari quotidiani, da cui si apprende che tra le misure per contrastare il caro energia da parte del Governo, c’e’ la possibiltà per i clienti in difficoltà di rateizzare il 50% delle bollette di gennaio-aprile 2022 fino a 10 mesi.

Secondo gli analisti di Equita SIM, la misura potrebbe comportare impatti sul circolante delle utilities, che gli esperti ritengono tuttavia di portata limitata, considerando il periodo di riferimento, ossia gennaio-aprile, e la dimensione della rateizzazione: 50% con rate in 10 mesi.

La SIM milanese ricorda che le utilities inoltre avevano già intrapreso in autonomia misure simili per i propri clienti.

Bollette luce e gas: ennesimo rincaro a gennaio 2022

Quanto alla rateizzazione delle bollette, l'intervento del Governo è finalizzato a ridurre almeno in parte l'impatto legato all'ennesimo rincaro scatto a gennaio 2022.

Nel dettaglio gli aumenti per la luce sono del 55% e quelli per il gas del 41,8% e si andranno ad aggiungere agli incrementi già registrati a luglio 2021, pari rispettivamente al 10% e al 15% e a quello di ottobre, quando la luce è salita dl 30% e il gas del 14%.

Con la legge di bilancio 2021, il Governo guidato da Mario Draghi ha stanziato ben 3,8 miliardi di euro contro il caro bollette, creando un fondo con un altro miliardo di euro per rendere possibile la diluizione dei pagamenti.

Bollette luce e gas: chi può pagarle a rate e come

Andando a vedere nel dettaglio come funziona, la rateizzazione è prevista per i clienti in difficoltà, ossia per quelli inadempienti che sono impossibilitati a coprire il costo delle bollette.

Per la clientela di questa categoria, è prevista la possibilità di pagare a rate le bollette del periodo gennaio-aprile 2022.

Nel dettaglio, a quanti sono in difficoltà sarà inviato un piano di rateizzazione, che prevederà il pagamento del 50% del dovuto nella prima rata.

L'altra metà sarà suddivisa in un numero di rate pari almeno al numero di bollette solitamente emesse in 10 mesi.

L'ammontare di ciascuna rata sarà costante, con un importo minimo di 50 euro, ma questo dovesse essere inferiore, allora si potrà avere una riduzione del numero delle rate, con un minimo di due, anche in deroga al valore dell'importo dei 50 euro.