Si profila un autunno caldo per le bollette elettriche, sulle quali sta per abbattersi una nuova stangata, ancor più pesante di quella degli ultimi mesi.

Bollette luce: in arrivo mega rincaro fino al 40% in autunno

Lo scorso trimestre si è avuto un rincaro del 20%, ma quello in arrivo sarà anche il doppio ed è ormai dietro l'angolo.

Intervenendo a Genova durante un convegno organizzato dalla Cgil, il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, ha sottolineato che l’incremento delle bollette elettriche ad ottobre per i clienti a maggior tutela sarebbe compreso fra il 31% e il 42%.

Bollette luce: Govenro impegnato a mitigare i rincari

Il ministro ha aggiunto che il governo è impegnato per mitigare l’impatto sulle famiglie dei rincari dei prezzi dell’energia ed accelerare la transizione verso le energie sostenibili.

Cingolani ha spiegato che questi rincari si materializzano perchè il prezzo del a a livello internazionale aumenta e perchè cresce anche il prezzo della CO2 prodotta.

Il Ministro ha altresì dichiarato:

"La transizione ecologica non può essere fatta a spese delle categorie vulnerabili.
Se l'energia aumenta troppo di costo, le nostre imprese perdono competitività e i cittadini, soprattutto quelli con un reddito medio-basso, faticano ulteriormente per pagare dei beni primari come l'elettricità in casa. Queste cose vanno considerate perché sono egualmente importanti rispetto alla transizione ecologica".

Bollette luce: stangata da 247 euro a famiglia

L'Unione Nazionale Consumatori ha stimato che l'aumento atteso in autunno si tradurrà in un aggravio di spesa pari a 247 euro su base annua.

"Un rincaro così astronomico", dichiara Marco Vignola, responsabile del settore energia dell'Unione Nazionale Consumatori, "sarebbe un serio freno alla ripresa economica, innalzando i costi delle imprese e gravando pesantemente sulle tasche delle famiglie, con effetti deleteri sulla ripartenza dei consumi".

Bollette luce: Governo pronto a intervenire ancora?

Il Corriere della Sera sottolinea che a fine giugno, su segnalazione dell’Arera, l'Autorità di regolazione per energia reti e ambiente, il Governo aveva stanziato un fondo da 1,2 miliardi di euro, con l’obiettivo di ridurre gli incrementi tariffari delle bollette di luglio.

Lo stesso meccanismo potrebbe essere applicato per ridurre gli incrementi delle bollette ad ottobre.

Bollette luce: la proposta dell'ARERA

Una misura alternativa e di natura strutturale, suggerita dall’ARERA, sarebbe l’eliminazione degli oneri di sistema dalle bollette elettriche.

Il Sole 24 Ore riporta le richieste dell’Unione dei consumatori secondo cui Governo e Parlamento dovrebbero destinare i proventi delle aste per la CO2 ad abbassare le bollette, eliminare gli oneri di sistema (messa in sicurezza del nucleare e agevolazioni tariffarie per il settore ferroviario) oltre a spostare sulla fiscalità generale gli incentivi per lo sviluppo delle rinnovabili.

Bollette luce: buone notizie per il settore?

Secondo gli analisti di Equita SIM, una soluzione che porti ad un’eliminazione degli oneri generali in bolletta, già circolata sui giornali nei giorni scorsi, e lo spostamento di altre voci sulla fiscalità generale, sarebbe positivo per il settore.

Questo perché si ridurrebbe il rischio di interventi regolatori a sfavore degli operatori elettrici, sulla scia dei recenti interventi in Spagna, che nelle scorse settimane ha proposto tagli ai rendimenti delle tecnologie idroelettriche.