Borse giù fino al meeting Fed? Eur/Usd e Petrolio, che fare?

Le Borse europee mostra più resilienza di quelle statunitensi: quali le attese per le prossime sedute?

Di seguito riportiamo l’intervista a Davide Biocchi, professional trader, al quale abbiamo rivolto alcune domande sulle valute, su alcune commodities e sugli scenari attesi per le Borse.

L’euro-dollaro si è riportato subito sopra quota 1,08 dopo il rallentamento di ieri. Quali le attese per le prossime sedute?

Come già detto in altre occasioni, sopra quota 1,08 l’euro-dollaro rientrerebbe in due aree di fortissima congestione.

La prima è l’area compresa tra 1,08 e 1,11 e sopra c’è un’altra congestione, durata mesi, che va da 1,11 a 1,145.

Euro-Dollaro salirà ancora?

Secondo me c’è un eccesso di euro adesso e come detto già in passato vedo l’equilibrio per il cross intorno ad area 1,037.

Ancor prima di questa soglia c’è un livello di supporto a 1,057, fermo restando che per ora sta continuando quel movimento di cambiare dollari in euro e andare a comprare le Borse europee.

Anche oggi, infatti, è vero che i listini del Vecchio Continente scendono, ma non calano come Wall Street, almeno per ora.

Cosa aspettarsi per l’oro?

L’oro si mantiene al di sopra di area 1.900 dollari. C’è ancora margine di upside nel breve?

Tante volte ho segnalato per l’oro la resistenza dei 1.915 dollari e ancor prima quella dei 1.865 dollari che, una volta superata, è diventata supporto ora.

Bisogna capire ora se il gold avrà la forza di tornare a 1.980/2.000 dollari prima e poi fino a 2.080 dollari che sono il massimo storico, oppure se qui tirerà il fiato.

Sembrerebbe che qui l’oro stia rifiatando un po’ e per chi fa trading sarebbe interessante se le quotazioni tornassero verso l’area dei 1.865 dollari o addirittura dei 1.830 dollari.

Uno scenario questo non da escludere, fermo restando che un raggiungimento di tale soglia farebbe diventare l’oro nuovamente buy.

La view sul petrolio

Il petrolio sta tornando indietro dop l’allungo oltre quota 80 dollari. C’è il rischio di ulteriori cali?

Tante volte abbiamo parlato degli 82 dollari come livello spartiacque, mediana dell’intervallo tra 71 e 93 dollari.

Forse l’oro potrebbe scendere a testare i 71 dollari oppure potrà provare a superare quota 82 dollari.

Al di sopra di tale soglia avremo un nuovo range tra 82 e 93 dollari e sarà chiave l’andamento dell’economia americana che sembra rallentare, ma ancor più di quella cinese, la più vorace consumatrice di petrolio, che pare dare segni di risveglio.

Secondo me per ora l’oro nero non dovrebbe andare oltre gli 82 dollari e la congiuntura macro dovrebbe spingerlo più verso la parte bassa.

Non dimentichiamo che c’è l’Opec che in qualsiasi momento può interagire con il prezzo del petrolio, aumentando o diminuendo la produzione, e non lascerà nulla di intentato su questo fronte.

Borse ancora in salita?

Come valuta il recente andamento delle Borse e quali i possibili scenari per le prossime sedute?

Se guardiamo a Piazza Affari notiamo che il Ftse Mib ha vissuto 12 sedute consecutive di rialzo, ossia sessioni verdi.

Un dato indubbiamente notevole, ma se vogliamo anche un po’ esagerato, ricordando intanto che ieri Wall Street ha tirato una frenata abbastanza pesante.

Un membro della Fed ha dichiarato di nuovo che i tassi potrebbe salire oltre il 5% e rimanere a lungo sopra questa soglia.

Insieme al movimento dell’azionario c’è stato anche quello dell’obbligazionario, con il decennale tornato sotto il 3,5% di rendimento e questo secondo me significa che è stato conclamato definitivamente il bottom al 4,2% visto ad ottobre scorso.

La ratio dice che se arriva la recessione le Borse vanno giù, ma fino a ora abbiamo visto il contrario e l’equity è stata l’unica asset class che non ha fatto quello che ci si aspettava.

Nel breve termine, almeno fino al meeting della Fed, è probabile che ci sia un po’ di assestamento verso il basso, senza dimenticare che in questo momento le Borse europee hanno una resilienza maggiore di Wall Street.

Davide Pantaleo
Davide Pantaleo
Davide Pantaleo da quasi un ventennio si occupa di Borsa e Finanza. Dopo aver svolto per diversi anni l'attività di promotore finanziario in Italia e all'estero, nel 2005 entra nel team di Trend-online con l'incarico di redattore.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
778FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate