Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Sante Pellegrino, trader indipendente, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione del mercato obbligazionario.

Lo Spread BTP-Bund si sta contraendo in attesa delle elezioni politiche di domenica 25 settembre. Quali le attese per le prossime sedute?

Dopo un veloce rialzo verso i 320 punti base, fortunatamente lo Spread BTP-Bund è tornato sotto i 240 punti base e ci sono buone probabilità che si scenda fino al supporto dei 175 basis points.

Il differenziale tra il decennale tedesco e quello italiano è in ipercomprato, è sotto la resistenza dei 240 punti base e l'auspicio è tale ostacolo possa far mantenere la traiettoria di discesa fino ai 200 punti base prima e ai 175 dopo.

Il rendimento del BTP a 10 anni si mantiene stabilmente al di sopra della soglia  del 4%. C'è il rischio che salga ancora? 

A fronte dello Spread che scende, anche il rendimento del BTP a 10 anni è calato, ma nei giorni scorsi ha superato la soglia del 4%.

C'è un doppio massimo di divergenza che segnerebbe un ritorno vero un livello più moderato, ossia in direzione di area 3,5% prima e successivamente in direzione del 3,3%/3,25%.

Sarebbe ancora meglio scendere sotto quest'ultimo livello, con proiezione verso l'area del 3%.

C'è da dire che le elezioni politiche di domenica prossimo avranno un impatto negativo su Spread e rendimento del decennale se vincerà la destra, ma è probabile che non ci sia una vera coalizione, visto che all'interno del centro-destra ci sono visioni anche differenti. 

Quali sono i BTP che sta tenendo d'occhio più di altri in questa fase di mercato e quali le attese ora?

L'indice dei BTP quotati forse ha trovato uno spiraglio di supporto in zona 87,8 e sarà ancora meglio se riuscisse a superare la resistenza decrescente e quindi il livello di 94-95 punti. Ciò significherebbe che tutti i BTP si riallineano verso un rimbalzo.

Il BTP 2067, che è un po' il benchmark del mercato, è sceso fino al supporto dei 75/74 euro per contratto e oggi ha trovato la forza per risalire.

Bisognerà superare la barriera dei 77,25 per andare sopra i 78/79 euro, da cui si potrebbe avere una buona ripresa capace di riportare verso gli 87/88 euro per contratto.

Il BTP 2072 ha creato un triplo minimo in area 63 euro e ora dovrà superare quota 66 per andare verso i 67,5.

Cosa può dirci in merito al recente andamento del rendimento Bund e del Treasury e quali i possibili scenari ora?

Anche per il rendimento del Bund a 10 anni si segnala un doppio massimo e quindi la possibilità di scendere.
Sono stati superati alcuni livelli forti, come quello dell'1,2%, ma appena sarà violata al ribasso la soglia dell'1,6%, il rendimento dl Bund a 10 anni potrà scendere verso 1,3%/1,2%.

Il rendimento del Treasury a 10 anni ha una soglia di resistenza al 3,5% e ci aspettiamo un doppio massimo in divergenza per un ritorno verso quota 3%/2,9%.