CNH Industrial meglio del Ftse Mib. Buy dopo ultima mossa?

CNH Industrial si è piazzato tra i migliori del Ftse Mib dopo l'annuncio dell'abbandono della Cina per una delle sue divisioni. La view dei broker.

cnh industrial cina uscita

Nuova chiusura positiva per CNH Industrial che oggi ha guadagnato terreno per la seconda giornata di fila, mostrando più forza del Ftse Mib.

CNH Industrial in evidenza sul Ftse Mib

Il titolo, dopo aver chiuso la giornata di ieri con un vantaggio di circa mezzo punto percentuale, è riuscito a fare meglio oggi.

A fine seduta CNH Industrial si è fermato a 15,645 euro, con un rialzo del 2,46% e circa 2,9 milioni di azioni passate di mano, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 2,5 milioni.

Gli ETF rappresentano l'innovazione finanziaria che ha permesso a tutti di diversificare gli investimenti in maniera semplice ed efficiente, mantenendo costi bassi ed eliminando parte della pressione derivante dalla scelta dei singoli titoli. Con Scalable Broker hai a disposizione più di 1700 ETF.

Con la promozione Scalable tutti i nuovi clienti che apriranno un conto, riceveranno gratuitamente un’azione o un Etf sostenibile.

Ulteriori informazioni sono disponibili qui.

CNH Industrial: nuova nomina in seno al gruppo

Il titolo ha conquistato una delle prime posizioni nel paniere delle blue chip, catalizzando l'attenzione del mercato sulla scia di alcune novità.

La società ha comunicato di aver nominato Richard Miller nuovo senior vicepresident dell'Internal Audit. Miller, presente nel gruppo da 22 anni, sostituisce Carlo De Bernardi, andato in pensione dopo 38 anni in CNH Industrial, ed entrerà a far parte del senior leadership team della società.

CNH Industrial: divisione CE abbandona la Cina a fine anno

CNH Industrial ha inoltre annunciato che dal 31 dicembre 2022 terminerà la vendita di macchine per costruzioni in Cina che nel 2021 avevano generato 88 milioni di dollari.

Non sono previsti significativi costi legati alla decisione che fa parte del piano aziendale di rilancio del segmento Construction.

CNH Industrial continuerà a fornire supporto a clienti e concessionari e garantirà l’assistenza alle macchine vendute in Cina.

CNH Industrial: Equita SIM commenta l'ultima mossa

Equita SIM evidenzia che l'impatto è modesto, rappresentando meno del 3% del fatturato della divisione Construction Equipment e meno dell'1% del totale di gruppo.

Gli analisti della SIM milanese ritengono che la decisione di CNH Industrial sia imputabile alla bassa redditività del business, non comunicata ufficialmente, quindi con effetto positivo di breve termine sul margine della divisione Construction Equipment.

Al contempo però gli esperti fanno notare che nel medio/lungo termine ci si priva di un mercato di rilevanti dimensioni, in un contesto in cui la competizione è a livello globale.

Sulla scia delle ultime novità annunciate, gli analisti di Equita SIM non cambiano idea su CNH Industrial e mantengono una view improntata alla cautela, con una raccomandazione "hold" e un prezzo obiettivo a 16,5 euro.

CNH Industrial al vaglio di Bestinver e Bca Akros

Una prudenza condivisa anche da Bestinver che oggi ha reiterato il rating "hold" sul titolo, con un range di valutazione pari a 14-15 euro.

Commentando le ultime novità annunciate da CNH Industrial relativo all'abbandono della Cina da parte della divisione Construction Equipment, gli analisti spiegano che la decisione è coerente con la strategia del gruppo.

I colleghi di Banca Akros non si aspettano impatti significativi da questa notizia e mantengono una view positiva su CNH Industrial, con una raccomandazione "buy" e un fair value a 18 euro.