Ftse Mib: nuovi massimi a portata di mano

Il Ftse Mib ha toccato nuovi massimi dell’anno, ma sembra pronto ad aggiornarli ancora nel breve.

ftse mib attese seduta

La chiusura negativa di giovedì, ha lasciato il posto a un ritorno degli acquisti sulle Borse europee, che hanno terminato gli scambi in salita prima del week-end.

Il Ftse100 è salito dello 0,54%, preceduto dal Dax e dal Cac40 che si sono apprezzati rispettivamente dello 0,78% e dell’1,32%.

Ftse Mib: l’ottava si chiude in bellezza

In luce verde anche Piazza Affari, che ha visto il Ftse Mib terminare gli scambi a 30.403 punti, con un vantaggio dello 0,94%, dopo aver segnato nell’intraday un massimo a 30.427 e un minimo a 30.057 punti.

Positivo anche il bilancio settimanale, visto che nelle ultime cinque sedute l’indice delle blue chip ha messo a segno un progresso dell’1,59% rispetto al close del venerdì precedente.

In avvio di ottava il Ftse Mib si è mantenuto poco sotto i 30.000 punti, rompendoli il giorno successivo, per poi allungare il passo e segnare un nuovo massimo dell’anno a 30.454 punti.

Da questo top si è avuto un ripiegamento che ha visto le quotazioni ritracciare per due volte in direzione di area 30.000, con successivo rimbalzo in area 30.400 prima del week-end.

Ftse Mib: nuovi rialzi dietro l’angolo

La debolezza dei volumi registrata in questa fase non ha impedito al Ftse Mib di toccare nuovi massimi dell’anno e non è detto che la corsa al rialzo sia finita.

Se l’indice riuscirà a violare l’area dei 30.450/30.500, potrà garantirsi ulteriori margini al rialzo verso i 30.800 punti prima e area 31.000 in seguito.

Il raggiungimento di quest’ultima soglia potrebbe lasciare spazio a una pausa di consolidamento prima di ulteriori allunghi.

La tenuta di area 30.500 potrà favorire da subito nuovi ripiegamenti verso i 30.200 punti prima e in seguito in direzione di area 30.050/30.000.

Sotto quest’ultimo livello saranno da mettere in conto flessioni più marcate verso il primo supporto in area 29.800 e in seguito in direzione del sostegno a quota 29.500 punti.

Ulteriori indebolimenti del Ftse Mib costringeranno a spostare l’attenzione sui 29.200 e sui 29.000 punti, raggiunti i quali si dovrebbe assistere a una reazione, pena una prosecuzione delle vendite verso livelli più bassi.

I market movers negli Stati Uniti

Per la prima seduta della prossima settimana, sul fronte macro USA non si segnalano aggiornamenti macro di rilievo.

Sul versante societario da seguire dopo la chiusura di Wall Street i risultati degli ultimi tre mesi di Oracle che, per non deludere le attese, dovrà centrare l’obiettivo di un utile per azione di 1,32 dollari.

I dati macro e gli eventi in Europa

Nel Vecchio Continente non si segnalano aggiornamenti macro degni di nota per lunedì prossimo.

I titoli e i temi da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari è in agenda lo stacco del dividendo di due titoli, in pagamento da mercoledì 13 dicembre.

Si tratta di STM, che staccherà la tranche di 0,06 euro e Pattern, che staccherà la cedola ordinario di 0,5848 euro.