Approfittando delle quotazioni favorevoli di questi ultimi giorni, proseguiamo con investimenti mirati verso un progressivo aumento delle rendite mensili generate dai nostri portafogli. Nel report di oggi utilizziamo parte della liquidità disponibile, derivante dagli ultimi dividendi incassati, per investire su una importante società, leader mondiale del bricolage per la casa, con un network di 2000 negozi al dettaglio e diversi portali online. Questa azienda vanta un eccezionale track record di ben 60 anni consecutivi di aumenti dei dividendi abbinato a brillanti performance in borsa. Questo nuovo investimento dovrebbe generare da subito ulteriori 32 dollari annui di rendita aggiuntiva per il nostro portafoglio Top Analisti. Nella seconda parte del report, dedicata al portafoglio ETF Italia, investiamo parte della liquidità in un particolare ETF a rendita elevata, che raggruppa in un unico fondo le 100 società a maggiore dividendo di tutto il mondo, dopo avere superato rigidi criteri di selezione.

La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata da una volatilità elevata sui principali indici azionari internazionali, dopo il rialzo dei tassi Usa dello 0,5% da parte della Fed, con l'obiettivo di contenere l'inflazione, attestata ai massimi degli ultimi 40 anni. Dopo giornate alternate di alti e bassi superiori alle medie, la settimana presenta un bilancio leggermente negativo per il mercato Usa, con l'indice S&P500 che ha chiuso a 4123.34 punti, con un ribasso dello 0,5% nelle ultime cinque sedute. In questo contesto, i nostri portafogli hanno chiuso la settimana con risultati superiori agli indici di borsa. In particolare, Top Analisti, il modello che include le migliori raccomandazioni a dividendo da parte di un pannello di analisti e broker internazionali, ha messo pari un progresso pari a +0,5% nelle ultime cinque sedute, contro una perdita pari a -0,4% da parte dell'indice S&P500. Da inizio anno, Top Analisti mostra ora un guadagno di +7,1%, contro una perdita di -7,2% per l'indice S&P500 (valori calcolati in euro), confermando le capacità difensive del portafoglio, specialmente nei periodi caratterizzati da maggiore volatilità.

Tra i titoli che hanno registrato le migliori performance, spicca Unum (TGT), con un guadagno di +19% da venerdì scorso, dopo avere comunicato risultati trimestrali superiori alle attese, portando il guadagno a +76,1% da maggio 2020, data del nostro primo inserimento in portafoglio. Fondata nel lontano 1848 ed oltre 10.000 dipendenti, questa società, tramite le sue controllate, fornisce soluzioni di protezione finanziaria e assicurativa negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Polonia e a livello internazionale. Opera attraverso i segmenti Unum US, Unum International, Colonial Life e Closed Block. La società offre una vasta gamma di prodotti assicurativi, tra cui piani per la previdenza integrativa individuali e collettivi, coperture per le disabilità e invalidità a breve e lungo termine, assicurazioni vita individuali e collettive, coperture integrative e volontarie per infortuni, malattie gravi e cure dentali. Alle attuali quotazioni, la società offre un dividendo pari al 3,3%, in rialzo da 13 anni consecutivi. Il rendimento sale al 5,8% sui nostri prezzi originali di carico (yield on cost). Nonostante i forti progressi, il titolo quota ancora a livelli interessanti, con un price earning pari a sole 8,4 volte gli utili previsti per l'anno in corso e mantiene intatte le prospettive di crescita per i prossimi anni. Su queste basi riconfermiamo il rating BUY su questa società. Nonostante la debolezza dei mercati nel breve termine, numerose società a dividendo contenute nel Top Analisti mantengono intatti i potenziali di crescita nel medio termine.

Di seguito alcune notizie sui titoli presenti attualmente nel portafoglio:

  • BUY su Chubb (CB) - David Motemaden, analista di Evercore ISI ha mantenuto un rating Buy, con un obiettivo di prezzo di 244 dollari, pari a +16,6%. Società presente nel nostro portafoglio con 29 anni consecutivi di crescite dividendi.
  • BUY su Coca-Cola (KO) - Bryan Spillane, analista di Bank of America Securities ha ribadito un rating Buy, con un obiettivo di prezzo di 70 dollari, pari a +8,1%. Società presente nel nostro portafoglio con 60 anni consecutivi di crescite dividendi.
  • BUY su National Retail Properties (NNN) - Simon Yarmak, analista di Stifel Nicolaus ha mantenuto un rating Buy, riducendo l’obiettivo di prezzo da 56 a 53$, pari a +22,2%. Società presente nel nostro portafoglio con 33 anni consecutivi di crescite dividendi.
  • BUY su McDonald’s (MCD) - John Ivankoe, analista di J.P. Morgan ha mantenuto un rating Buy, alzando l’obiettivo di prezzo da 260 a 275$, pari a +9,6%. Società presente nel nostro portafoglio con 46 anni consecutivi di crescite dividendi.
  • BUY su Restaurant Brands (QSR) - Lauren Silberman, analista di Credit Suisse ha mantenuto un rating Buy, con un obiettivo di $68, pari a +29,5%. Società presente nel nostro portafoglio con 7 anni di crescite dividendi

Come di consueto iniziamo il nuovo report settimanale con l'analisi dei dividendi incassati nel mese precedente per il nostro portafoglio Top Analisti. Complessivamente, abbiamo ricevuto nel mese di aprile un totale di 21 dividendi, per un totale di 2.922,06 dollari, al netto delle ritenute fiscali, portando a 13.246,84 dollari incassati da inizio anno. Il risultato conferma il costante aumento della rendita passiva generata dal portafoglio, nonostante l'andamento volatile dei principali indici azionari da inizio anno.

Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nel servizio online.

Portafoglio Top Analisti

Descrizione portafoglio Top Analisti: Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di alcuni tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 società internazionali quotate sul Nyse e sul Nasdaq, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata la percentuale investita su ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

Fondamentali portafoglio Top Analisti: Sulla base delle ultime chiusure di borsa, il portafoglio presenta un dividendo medio atteso pari al 3% annuo. Il price earning medio del portafoglio è pari a 16,9 volte gli utili attesi per il prossimo anno (Forward P/E). Il Pay Out medio è pari allo 0,5. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, preferiamo società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di ulteriori incrementi delle cedole anche per il futuro. Attualmente il portafoglio presenta una rischiosità inferiore al mercato, con un Beta pari a 0,9. Il Beta è una misura del rischio di una azione e misura la variazione attesa del rendimento del titolo per ogni variazione di un punto percentuale del rendimento di mercato. Una azione con un Beta superiore a 1 tende ad amplificare i movimenti di mercato (il titolo è più rischioso del mercato). Al contrario, una azione con Beta compreso tra 0 e 1 tende a muoversi nella stessa direzione del mercato (il titolo è meno rischioso del mercato).

Potenziale portafoglio Top Analisti a 6-12 mesi: +19,5% (16,6% target medio analisti +3% dividendo medio) secondo le valutazioni medie di 11 analisti internazionali, con un rating medio dei titoli pari a BUY (2,1), in una scala da 1 Strong Buy a 5 Sell.

Nuovo BUY - 60 anni consecutivi di aumenti dei dividendi e potenziali elevati per il leader globale nel settore del bricolage per la casa

Lo scorso mese abbiamo già aumentato l'esposizione su questa società, che vanta risultati record in termini di performance storiche e crescite dei dividendi. Approfittando della ulteriore debolezza del titolo di queste ultime settimane continuiamo oggi ad accumulare sul titolo. Il boom del settore della casa negli Stati Uniti è la chiave del successo per questa azienda leader nel settore. L'azienda è infatti uno dei maggiori operatori nel settore del "fai da te" per la casa, con una grande catena di negozi al dettaglio e online nel settore del Bricolage. Il culto degli americani per la cura della casa è un trend in costante crescita con un conseguente aumento della domanda di materiali edili, utensili e accessori per interni e giardini. Su queste basi, vogliamo partecipare a questo boom investendo ulteriormente su questa società. Da ottobre 2017, data del nostro inserimento in portafoglio, il titolo presenta attualmente un guadagno di +74%, a cui si aggiungono tutti i dividendi incassati nel periodo. Nonostante il forte incremento già ottenuto, il titolo quota oggi ad un livello inferiore del 25% rispetto ai massimi di dicembre 2021, creando una interessante opportunità di ingresso sul titolo a prezzi scontati.

Descrizione del business: Fondata nel 1946 ed oltre 200.000 dipendenti, questa società opera come leader nel settore della casa negli Stati Uniti, Canada e Messico e serve oltre 17 milioni di clienti ogni settimana, con ricavi annui per 96 miliardi di dollari. È uno dei più importanti operatori a livello mondiale ed offre una vasta gamma di prodotti per la manutenzione, la riparazione, ristrutturazione e la decorazione della casa, tra i quali legname, materiali da costruzione, utensili e ferramenta, elettrodomestici, accessori di design, impianti idraulici ed elettrici, articoli per il prato e il giardino, vernici, lavorazioni in legno, pavimenti e cucine. Offre inoltre i servizi di installazione tramite appaltatori indipendenti in varie categorie di prodotti e servizi di riparazione in garanzia e fuori garanzia. L'azienda vende i propri prodotti ai proprietari di abitazioni, affittuari, clienti professionali e clienti al dettaglio. Attualmente la società opera tramite una rete capillare di 1.970 negozi di proprietà e attraverso due importanti siti online e applicazioni mobili.

Trend del dividendo: La società vanta un importante primato nei confronti dei suoi azionisti, con aumenti del dividendo per 60 anni consecutivi, classificandosi tra le prime 20 aziende quotate a Wall Street con simili primati. Il dividendo attuale è pari al 1,7% annuo, corrisposto in quattro rate trimestrali, con un Pay Out pari al 25%. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, sono da preferire società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di stabilità delle cedole anche per il futuro. Negli ultimi 10 anni il tasso di crescita del dividendo è stato pari al 18,9% annuo composto. Ipotizzando per il futuro gli stessi livelli di crescita conseguiti nell’ultimo decennio, tra dieci anni il dividendo potrebbe già superare il 9% sugli attuali prezzi di borsa.

Trend storico degli utili e previsioni: Negli ultimi 5 anni la società ha incrementato gli utili con una crescita media del 15,7% annuo composto. Per i prossimi 5 anni gli analisti stimano una crescita annua composta degli utili ancora in forte crescita, e pari al 14,4% annuo.

Multipli di borsa: Il price earning attuale del titolo è pari a 14,7 volte gli utili attesi per il 2022. La capitalizzazione attuale è pari a 129 miliardi, con un rapporto prezzo/ricavi pari a 1,4 volte.

Performance in borsa: Dal 30 giugno 1972 ad oggi il titolo ha messo a segno risultati record, con un rendimento complessivo pari a +35159%, oltre nove volte in più rispetto all'indice S&P500, pari a +3748% nello stesso periodo (fonte Morningstar). Nonostante i brillanti risultati ottenuti, il titolo quota attualmente ad un livello inferiore del 25% rispetto ai massimi toccati a dicembre 2021, confermando una interessante opportunità di ingresso a prezzi scontati.

Giudizio degli analisti e valutazioni: Il giudizio medio dei 27 analisti e broker che seguono il titolo è pari a 1,9 BUY su una scala da 1 a 5 (1= Strong Buy, 2=Buy, 3=Hold, 4=Moderate Sell, 5=Sell), con un target medio per i prossimi 12 mesi pari a +42,2% dalle attuali quotazioni di borsa.

Applichiamo ora una valutazione del titolo sulla base del Dividend Discount Model (DDM). Questo sistema è un metodo usato per la valutazione dei titoli a dividendo. Secondo questo metodo, il valore intrinseco di una società è pari alla somma di tutti i dividendi futuri previsti, attualizzati al valore di oggi, secondo un tasso corretto per il rischio, e tenendo conto del fattore tempo. Abbiamo considerato i seguenti parametri per il calcolo:

  1. Dividendo attuale per azione: 3,20 dollari
  2. Stima di crescita futura del dividendo: 8,5% annuo, valore conservativo, sulla base della crescita effettiva del 18,9% annuo, ottenuto dalla società negli ultimi 10 anni
  3. Tasso di sconto applicato: 10% annuo

Applicati questi criteri, otteniamo un valore intrinseco del titolo ad oggi pari a 231,47 dollari. Considerando le ultime quotazioni di borsa pari a 192.29 dollari, il titolo presenta uno sconto pari al 16,9% rispetto al valore calcolato. Sulla base di queste considerazioni, aumentiamo oggi l'esposizione per il nostro portafoglio Top Analisti.

Portafoglio ETF Italia

Descrizione portafoglio ETF Italia: Questo particolare portafoglio è composto esclusivamente da oltre 20 tra ETF e fondi chiusi, tutti quotati sulla borsa di Milano e facilmente negoziabili con qualsiasi banca o intermediario di trading online. Con oltre 40 cedole distribuite ogni anno ai partecipanti e operazioni di trading limitate, il portafoglio ETF Italia costituisce un potente e comodo strumento in grado di abbinare una rendita annua crescente a potenziali incrementi del capitale investito nel medio lungo termine, con una composizione bilanciata di azioni, obbligazioni, fondi immobiliari, materie prime e metalli preziosi. La facilità di utilizzo dello strumento ETF permette di costruire portafogli fortemente diversificati anche con piccole disponibilità, puntando su aree del mondo in forte crescita o su comparti specifici difficilmente raggiungibili con investimenti diretti. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata chiaramente la percentuale di investimento suggerita per ogni ETF. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni ETF con la stessa proporzione suggerita nel modello.

Dividendo 4,3% - Investire nelle 100 azioni a maggiore dividendo di tutto il mondo con un solo ETF a distribuzione

La scorsa settimana, con valuta 3 maggio, abbiamo incassato il dividendo annuale su questo ETF, presente da anni nel nostro portafoglio ETF Italia. Sulla base di quanto percepito, il dividendo ammonta al 4,3% sulle attuali quotazioni di borsa, e pari al 5,8% sui nostri prezzi originali di carico. Questo particolare ETF è il terzo fondo più importante del nostro portafoglio, con una quota investita pari al 10,3%,

Abbiamo più volte sottolineato l'importanza dei dividendi come parte attiva nella formazione della performance di lungo termine dei portafogli. In particolare, nel nostro modello Top Analisti la componente dividendi ha raggiunto quasi il 50% del risultato complessivo negli ultimi 12 anni. In sintesi, metà dei guadagni che abbiamo ottenuto nel periodo sono stati generati dai soli dividendi. In aggiunta alle distribuzioni elevate, il fondo presenta multipli particolarmente attraenti, con un price earning medio pari a sole 9,2 volte gli utili attesi per l'anno in corso.

Sulla base delle valutazioni, questo ETF è uno strumento comodo ed efficace, particolarmente adatto per chi vuole ottenere nel tempo rendite annuali stabili, senza rinunciare a potenziali capital gain di medio lungo termine. Grazie alle sue strategie gestionali mirate decisamente all’ottenimento di dividendi elevati, questo ETF distribuisce ogni anno una cedola cumulativa che raggruppa i vari dividendi incassati dalle singole partecipazioni. Il fondo investe attualmente in 100 società in 18 paesi del mondo, tra cui Stati Uniti, Hong Kong, Gran Bretagna, Australia, Canada e Singapore. Le società da includere nel fondo vengono filtrate in base a rigidi criteri di screening. Si parte da un universo di oltre 1800 azioni analizzate a livello globale. Tra queste, vengono isolate solamente quelle che non hanno riscontrato diminuzioni del dividendo nel corso degli ultimi cinque anni, per puntare su una maggiore stabilità futura delle cedole. A rafforzamento dei criteri di selezione, vengono scelte le migliori aziende in base al Pay Out, ossia la quota dell’utile che viene pagata agli azionisti sottoforma di dividendo, e che non deve essere superiore al 60% per i titoli Europei e 80% per i titoli Americani e dell’Asia Pacifico. Al termine del processo di selezione, vengono privilegiati i 100 migliori titoli in base alle performance ottenute, di cui 40 azioni per le Americhe, 30 azioni per l'Europa e 30 azioni per l'Asia/Pacifico.

Al primo posto per importanza nel fondo troviamo l'australiana Fortescue Metals Group, operante nell'esplorazione, sviluppo, produzione, lavorazione e vendita di minerale di ferro in Australia, Cina e a livello internazionale, con un price earning pari a 7,5 volte e un dividendo annuo pari al 8,3%, seguita da Rio Tinto Ord, ‎ operante nell'esplorazione, estrazione e lavorazione delle risorse minerarie in tutto il mondo‎, con un price earning pari a 6 volte e un dividendo annuo pari al 11,5%, e dalla farmaceutica inglese GlaxoSmithKline plc, con un un price earning pari a 14,5 volte e un dividendo annuo al 4,9%. I multipli favorevoli del fondo (price earning 9,2), sensibilmente inferiori ai principali indici azionari internazionali, uniti al dividendo elevato distribuito (4,3%), rendono questo ETF particolarmente interessante per ulteriori acquisti o per mediare i corsi su posizioni già esistenti, in un'ottica di accumulo. Su queste basi, aumentiamo oggi la posizione sul titolo.