I mercati azionari viaggiano al momento sui massimi e in particolare a Wall Stet si tratta di record storici, ma è bene sapere che in qualsiasi momento i listini possono cambiare rotta.

Sebbene non sia qualcosa che gli investitori amano sentire, la verità è che i crolli del mercato azionario e le correzioni si verificano spesso.

Puntare sulle azioni con alti dividendi in caso di crollo del mercato

Come evidenziato da San Williams sulle colonne di The Motley Fool, dall'inizio del 1950, l'S&P 500 ha subito 38 fasi di ribasso di almeno il 10%.

Ciò equivale a un calo percentuale a due cifre, in media, ogni 1,87 anni e ciò dimostra chiaramente quanto siano comuni gli arresti anomali e le correzioni.

Visto che ogni mossa al ribasso nel corso della storia è stata alla fine cancellata da un rally del mercato rialzista, un crollo o una forte correzione possono sempre essere viste come un'opportunità di acquisto per gli investitori pazienti.

La grande domanda è semplicemente cosa comprare e la risposta potrebbe essere rappresentata dai dividendi.
Le aziende che pagano un dividendo sono quasi sempre redditizie e collaudate nel tempo, sono il luogo perfetto per investire i propri soldi durante i periodi di maggiore volatilità.

Il problema che gli investitori devono affrontare è voler massimizzare il proprio rendimento riducendo al minimo il rischio.

Solitamente quando un dividendo è elevato, il rischio e il rendimento tendono a essere correlati.
Per fortuna, questo non è il caso di tutti i titoli con dividendi ad alto rendimento.

Se dovesse verificarsi un crollo del mercato azionario o una forte correzione, Sean Williams suggerisce due azioni ad alto rendimento che possono essere acquistate con fiducia dagli investitori.

Annaly Capital Management

Il più grande acquisto durante un crollo del mercato può essere quello di Annaly Capital Management, che attualmente paga un dividendo con un rendimento pari al 10,3%.

I REIT ipotecari come Annaly sono altamente sensibili ai tassi di interesse, ma perfettamente posizionati per beneficiare dell'attuale contesto di basso costo del denaro.

I REIT ipotecari prendono in prestito denaro a bassi tassi di prestito a breve termine e utilizzano tale capitale per acquistare attività (titoli garantiti da ipoteca) con rendimenti a lungo termine più elevati.

Più ampio è il divario tra il rendimento medio che un REIT ipotecario riceve dalle sue attività e il suo tasso di indebitamento medio (questo divario è noto come margine di interesse netto), più può essere redditizio.

Durante le prime fasi di una ripresa economica, è abbastanza comune che la curva dei tassi di interesse si inclini.
Ciò favorisce un aumento ai rendimenti degli asset a lungo termine, mentre pesa sui rendimenti a breve: uno scenario perfetto per Annaly Capital Management.

Philip Morris International

Le azioni del tabacco sono lontane dalla storia di crescita che erano una volta: norme rigorose, insieme a una migliore comprensione delle conseguenze negative dei prodotti del tabacco da fumo, hanno pesato sui produttori di sigarette.

Nonostante queste preoccupazioni, Philip Morris International ( NYSE:PM×​) e il suo dividendo con un rendimento del 5,1%, continuano a offrire vantaggi agli investitori pazienti.

Per cominciare dalle basi, i prodotti del tabacco contengono nicotina, che è una sostanza chimica che crea dipendenza.

Questa natura avvincente dei prodotti del tabacco è ciò che offre a Philip Morris un eccezionale potere di determinazione dei prezzi.

Anche se le vendite di sigarette diminuiscono, le entrate aumentano perché i consumatori sono disposti a pagare di più per i prodotti del tabacco.

Philip Morris inoltre beneficia della diversificazione geografica: l'azienda opera in più di 180 paesi nel mondo.
Anche con normative più severe sull'industria del tabacco in un certo numero di mercati sviluppati, Philip Morris è in grado di appoggiarsi ai mercati emergenti per bilanciare le cose.

I giorni di forte crescita per le azioni del tabacco sono ormai lontani, ma giganti come Philip Morris possono ancora consegnare, indipendentemente da quanto bene o male stia andando il mercato azionario.