Sei alla ricerca di un po' più di guadagno dal tuo portafoglio di investimenti? Potrebbe non essere una cattiva idea dato l'attuale contesto economico.

L'economia globale sta uscendo da un periodo difficile causato dal contagio del coronavirus e l'inflazione sta crescendo in modo esponenziale in alcune aree.

Anche se non sappiamo cosa riserva il futuro, sembra certamente che diverse aziende in prima linea nella crescita siano diventate un po' più rischiose come investimenti rispetto a pochi mesi fa.

Dalle pagine di The Motley Foool, James Brumley presenta una carrellata di tre grandi titoli con dividendi per tutte le stagioni che dovrebbero essere in grado di superare qualsiasi vento contrario dell'economia.

JPMorgan Chase & Co.: rendimento del dividendo 2,2%

JPMorgan Chase's ( NYSE: JPM ) paga un dividendo con un rendimento corrente del 2,2% che non fa certo girare la testa e gli investitori in cerca di reddito potrebbero certamente trovare nomi con cedole più generose in questo momento.

C'è un dettaglio importante ed è dato dalla velocità con cui Jp Morgan aumenta il dividendo.
Nel corso degli ultimi 10 anni, il pagamento trimestrale di JP Morgan è migliorato da 0,25 a 0,90 dollari per azione, crescendo a un tasso annualizzato del 13,7%.

Da tener presente che la banca ha ridotto il suo dividendo in modo abbastanza significativo sulla scia del crollo dei mutui subprime e potrebbe certamente farlo di nuovo se si trovasse in circostanze simili.
Dopotutto, circa la metà delle entrate di JP Morgan è in ultima analisi legata ai tassi di interesse.

Questi ultimi si aggirano vicino ai minimi storici e sono pronti a salire in un modo che rende effettivamente più redditizio il prestito.

Una recessione frena la domanda di prestiti, ma non dovrebbe eliminare completamente quella domanda, a meno che la debolezza economica non si trasformi in un vero e proprio cataclisma.

Nel frattempo, l'altra metà dell'attività di JPMorgan proviene dalla gestione patrimoniale, dalle carte di credito, dall'investment banking e persino dall consumer banking.

Si tratta di attività piuttosto resistenti, anche se non prosperano esattamente in un ambiente letargico.

Hewlett Packard Enterprise

Anche Hewlett Packard Enterprise ( NYSE: HPE ) è un titolo da dividendo, con un rendimento attuale del 3,1%.
Se è vero che si possono trovare cedole ancora più generose, è altrettanto verso che non sono facili da trovare nel settore tecnologico.

Hewlett Packard Enterprise non ha mai avuto difficoltà a pagare il dividendo trimestrale.
L'attuale cedola annualizzata di 0,48 dollari per azione è solo una frazione di 1,88 dollari per azione che l'azienda prevede di riportare su una base di guadagni non GAAP per l'anno fiscale in corso.

Hewlett Packard Enterprise potrebbe non essere una società in grande crescita, ma sorprendentemente si sta evolvendo in un quadro di progressi coerenti man mano che maturano i mercati del cloud computing e dell'edge computing.

The Coca-Cola Company

Coca-Cola ( NYSE:KO ) è da aggiungere alla lista di titoli con dividendi da inserire in portafoglio.

Come la maggior parte delle altre aziende orientate al consumo, Coca-Cola è stata ostacolata dalla pandemia di coronavirus.
Le sue sfide erano più logistiche che legate alla mancanza di domanda, ma  l'impatto finale è lo stesso.

Coca-Cola riuscirà a riprendersi dal crollo provocato dalla pandemia, visto che la società può guadagnare quote di mercato mentre il mondo riapre, con i consumatori più propensi a bere la famosa bevanda al di fuori della loro casa di quanto non siano all'interno della stessa.

Attualmente il dividendo di Coca-Cola rende il 3%, ricordando che la società lo ha aumentato per ben 59 anni consecutivi, portandosi così vicina al vertice assoluto per longevità tra tutti i Dividendi Aristocratici.