Diversamente da quanto accade pr il Ftse Mib, che ha virato al ribasso dopo l'apertura di Wall Street, continua a muoversi in positivo Enel, dopo una lievee frenata dai top intraday. 

Enel in controtendenza sul Ftse Mib

Il titolo, reduce da tre sessioni consecutive in rosso, dopo aver chiuso quella di ieri con una flessione di oltre un punto percentuale, vive una giornata quasi speculare oggi.

Enel infatti si spinge in avanti e negli ultimi minuti si presenta a 7,996 euro, con un rialzo dello 0,81% e oltre 12 milioni di azioni transitate sul mercato fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 21 milioni.

Enel sostenuto dal rialzo dei BTP. Giù tassi e Spread

Il titolo riesce a performare meglio del Ftse Mib grazie anche al sostegno che arriva dal mercato obbligazionario.
Lo Spread BTP-Bund viaggia in calo dell'1,14% a 104,1 punti base e vivaci acquisti si riversano sui BTP che vedono il rendimento del decennale accusare una flessione del 3,83% allo 0,703%.

En: lunedì il saldo del dividendo 2021. Entità e rendimento

Intanto c'è da segnalare che gli acquisti su Enel oggi trovano terreno fertile anche in vista dell'appuntamento di lunedì prossimo, quando il titolo staccherà il saldo del dividendo 2021.

Nel dettaglio, Enel lunedì assegnerà l'acconto sulla cedola relativa all'esercizio 2020 nella misura di 0,183 euro per azione, in pagamento da mercoledì 21 luglio. Visti gli attuali prezzi del titolo, il rendimento del saldo del dividendo è pari al 2,29%.

Da ricordare che a gennaio scorso Enel ha pagato l'acconto sul dividendo 2021 nella misura di 0,175 euro, per una cedola complessiva pari a 0,358 euro, in crescita del 9,1% rispetto a quella dell'anno precedente, pari a 0,328 euro.

Rapportando l'ammontare dell'intero dividendo ai prezzi correnti del titolo, si ottiene un rendimento complessivo del 4,47%.

Enel: un buy da non perdere. Target price molto allettanti

Il titolo quindi si conferma appetibile non solo in relazione al dividendo, ma anche alla luce dei numerosi giudizi bullish espressi dalle banche d'affari, con target price molto allettanti,

Nei giorni scorsi Intesa Sanpaolo ha ribadito la raccomandazione "add", consigliando quindi di aggiungere Enel in portafoglio, con un prezzo obiettivo a 9,7 euro.

A scommettere sul titolo è anche Equita SIM che a inizio mese ha alzato il suo peso in portafoglio, ribadendo il rating "buy", con un fair value a 9,3 euro.

Buone notizie anche da Societè Generale che al pari della SIM milanese consiglia l'acquisto di Enel, con un target price ritoccato verso l'alto da 9,8 a 9,9 euro.

Bullish la view di Mediobanca con una raccomandazione "outperform" e un prezzo obiettivo a 9,1 euro, mentre Goldman Sachs dice "buy", con un fair value molto attraente a 12,1 euro.