Anche la seduta odierna si è conclusa senza particolari sorprese per Finecobank che ha vissuto una giornata speculare a quella della vigilia.

Finecobank chiude poco mosso al pari di ieri

Ieri il titolo si è fermato poco sotto la parità con un lieve calo dello 0,21%, mentre oggi a fine giornata è stato fotografato in territorio leggermente positivo.

FinecoBank è stato fotografato al close a 16,635 euro, con un frazionale rialzo dello 0,18% e poco più di 1 milione di azioni passate di mano, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 1,7 milioni.

FinecoBank: ok assemblea a dividendo. Ecco i dettagli

Non più tardi di ieri l'assemblea ordinaria degli azionisti di Finecobank ha dato il via libera alla distribuzione di un dividendo pari a 0,53 euro.

Rapportando questa cedola ai valori della chiusura odierna del titolo, si ottiene un rendimento pari al 3,19%.
Lo stacco del dividendo è fissato per il 22 novembre, mentre il pagamento avverrà due giorni dopo, il 24 novembre 2021.

Da evidenziare che la cedola è un ammontare cumulato per gli esercizi 2019 e 2020.

Finecobank: le attese di Equita SIM sui conti del 3° trimestre

Ancor prima dell'arrivo del dividendo, il mercato dovrà fare i conti con i numeri del terzo trimestre che saranno diffusi da Finecobank il prossimo 9 novembre.

Gli analisti di Equita SIM, in una nota diffusa due giorni fa hanno fatto sapere di attendersi un trimestre in continuità rispetto al secondo, con un forte andamento della raccolta gestita.

Per gli esperti il terzo trimestre è stato un trimestre forte in termini di flussi, superiori alle loro attese e con un mix positivo.

Complessivamente gli analisti di Equita SIM si aspettano ricavi e un utile netto entrambi in rialzo del 6% anno su anno.

Finecobank: i driver chiave e i dati stimati

I driver principali sono: il forte trend delle commissioni - investing grazie all’ottimo andamento della raccolta netta, il calo del margine d’interesse per effetto run-off bond Unicredit/andamento tassi compensato dai profitti da gestione tesoreria e infine un andamento resiliente del brokerage, ma in calo rispetto allo scorso anno per minor volatilità.

In particolare, guardando da vicino ai dati del terzo trimestre, Equita SIM vede un utile netto in rialzo del 6% a 69 milioni di euro e ricavi totali pari a 192 milioni di euro.

L'utile finanziario netto è atteso in aumento dell'1% a 69 milioni di euro, con un net interest income in calo del 10% a 62 milioni.
Le commissioni nette sono salite del 17% a 108 milioni di euro, mentre i costi totali del 3%.

Finecobank: Equita rivede stime e target price

Gli analisti di Equita SIM hanno rivisto leggermente le stime, alzando in media dell'1% l'utile per il triennio 2021-2023, principalmente per maggiori commissioni nette.

Non cambia il giudizio sul titolo, con una raccomandazione "buy" invariata e un prezzo obiettivo alzato da 16,6 a 17,3 euro.

Finecobank al vaglio di Banca Akros

Più cauti i colleghi di Banca Akros che su Finecobank hanno un rating "neutral", con un target price ritoccato da 14,6 a 15,8 euro.

Gli analisti credono che la trimestrale in arrivo potrebbe avere un impatto neutro sul titolo e in attesa dei conti ufficiali rivedono al rialo le stime, aumentate in media del 4% per il triennio 2021-2023.