Borse: occhio al pericoloso bluff. Eur/Usd e Petrolio buy?

Il rialzo delle Borse cui stiamo assistendo torna utile ai gestori, ma il rischio di brutte sorprese è dietro l'angolo. La view di Davide Biocchi.

borse rialzo euro dollaro

Di seguito riportiamo l'intervista a Davide Biocchi, professional trader, al quale abbiamo rivolto alcune domande sulle valute, su alcune commodities e sugli scenari attesi per le Borse.

L'euro-dollaro sta provando nuovamente a spingersi oltre quota 1,04. Si aspetta ulteriori progressi nel breve?

Chi è abituato a vedere le serie tv, sa bene che quando una finisce lascia spesso l'amaro in bocca e viene voglia di cercarne un'altra simile, ma non la si trova.

Le Borse adesso sono in loop sulla serie tv "inflazione e Banche Centrali" e andare a guardare con questa pulsione estrema le minute della Fed diffuse ieri in serata, è qualcosa che non si era mai visto prima.

Gli ETF rappresentano l'innovazione finanziaria che ha permesso a tutti di diversificare gli investimenti in maniera semplice ed efficiente, mantenendo costi bassi ed eliminando parte della pressione derivante dalla scelta dei singoli titoli. Con Scalable Broker hai a disposizione più di 1700 ETF.

Con la promozione Scalable tutti i nuovi clienti che apriranno un conto, riceveranno gratuitamente un’azione o un Etf sostenibile.

Ulteriori informazioni sono disponibili qui.

C'è un'altra serie tv che sta arrivando e si chiama recessione, ma per ora nessuno vuol saperne.

Quando si parlerà meno dell'inflazione si inizierà a spostare l'attenzione sulla recessione, e in questa serie di tv le cose andranno peggio per l'economia e per la Borsa.

Quali prospettive per l'euro-dollaro?

Lo scenario attuale intanto è favorevole all'euro perchè la Fed sembra orientata a ridurre il passo, mentre la BCE è un po' più indietro sul rialzo dei tassi.

Sulla scia del differenziale dei tassi, l'euro-dollaro cerca di trovare un equilibrio, tra l'altro una moneta unica che sale significa meno inflazione.

Guardando ai dati in arrivo dalla Germania in questi giorni, si nota che i prezzi alla produzione sono in calo e questo significa meno inflazione importata.

I PMI sono stati più ottimisti delle stime e oggi l'indice IFO è stato migliore delle aspettative, contribuendo a sostenere l'euro contro il dollaro.

Se il cross riuscirà a confermarsi stabilmente sopra quota 1,037, al rialzo i prossimi step saranno a 1,06 e a 1,065 e in seguito in area 1,075.

Secondo me però al momento abbiamo pochi fondamentali per spingerci già si questi obiettivi.

Focus sull'oro

L'oro si è riportato sopra i 1.750 dollari l'oncia. Ci sono le condizioni per nuovi recuperi?

Così come il dollar index e il rendimento del decennale USA hanno fatto un pull-back, l'oro aveva ritracciato e ora che l'euro-dollaro è tornato sopra 1,04, il gold ha ripreso a salire.

Il metallo giallo si apprezza perché è quotato in dollari, quindi se il biglietto verde si indebolisce, aumenta il prezzo della materia prima.

L'oro inoltre è contraltare ai bond, ma non ha dividendo, quindi più il rendimento dei titoli di Stato è basso, più il gold è interessante.

Sono positivo sull'oro e mi aspetto ulteriori salite verso quota 1.815 dollari nel breve.

Il petrolio calerà ancora?

Il petrolio ha frenato con decisione e continua a mostrarsi debole. Quali i possibili scenari ora?

Il petrolio ha provato a tornare sopra i 95 dollari, ma ha fallito ed è tornato indietro.

Nei giorni scorsi abbiamo visto che è uscita l'indiscrezioni di un possibile aumento della produzione da parte dell'Opec+ che però ha subito smentito.

L'oro nero prima è crollato con un affondo del 5% e poi è risalito rapidamente, riportandosi sui livelli da cui era sceso.

Le quotazioni stanno tornando verso i 76 dollari e a mio avviso dovrebbe andare sotto tale soglia solo se ci sarà una recessione.

Come valuta i recenti movimenti delle Borse e quali i possibili scenari nel breve?

Le Borse sono in bluff se si guarda nel lungo periodo, mentre nel breve non lo sono.

Questo rialzo cui stiamo assistendo fa molto comodo ai gestori, perchè incredibilmente i listini sono più vicini ai massimi che ai minimi dell'anno.

Si tratta in ogni caso di un bluff pericoloso, perché se si pensa alla nuova stagione, questa sarà basata sulla recessione, in relazione alla quale le Borse sono care.

Quando il mercato cambierà il focus, e lo farà, la situazione sarà ben diversa per le Borse rispetto a quella attuale.

Per questi motivi consiglio cautela, anche perchè non credo che gli indici azionari torneranno sui massimi ora.