Borse: rimbalzo del gatto morto? Eur/Usd e Petrolio buy?

Le Borse hanno reagito nelle scorse sedute, ma il recupero non ha pi+ù gli occhi della tigre. La view di Davide Biocchi.

Image

Di seguito riportiamo l'intervista a Davide Biocchi, professional trader, al quale abbiamo rivolto alcune domande sulle valute, su alcune commodities e sugli scenari attesi per le Borse.

L’euro-dollaro è tornato a ridosso di quota 1,05, dopo essere sceso anche al di sotto di tale soglia. Quali i possibili scenari nel breve?

L’euro-dollaro si trova nei pressi di una soglia un po’ spartiacque: se i corsi dovessero rimbalzare da area 1,05, si dirigeranno verso la resistenza di quota 1,065/1,07.

Euro-Dollaro: i possibili scenari

In caso contrario, il cross scenderebbe ancora fino ad area 1,01, con vari step intermedi, a 1,04 e a 1,03 in primis.

Non è facile dire in quale direzione potrà muoversi ora l’euro-dollaro, ma c’è da dire che il rimbalzo, come si può vedere, non è così vigoroso, ma è altrettanto vero che il cross tiene di più rispetto alle azioni in questa fase.

L’analisi dell’oro

Cosa può dirci in merito al recente andamento dell’oro e quali le attese per le prossime sedute?

Nelle ultime interviste avevo segnalato per l’oro un target a 1.815 dollari e siamo andati molto vicini a questa soglia, che però non è stata ancora raggiunta.

Sarà da verificare se sarà sufficiente la tenuta di questo supporto o, se al contrario, l’oro sarà destinato a scendere ancora.

In tal caso bisognerà mettere in conto una flessione al di sotto dei 1.800 dollari l’oncia, con successivo approdo in area 1.765 dollari.

Al rialzo, invece, solo con la riconquista dei 1.850 dollari si potrà ipotizzare una salita in direzione di area 1.900 dollari.

Non ci sono al momento elementi per dire che l’oro possa rimbalzare, motivo per cui guarderei con maggiore attenzione alla possibilità di una prosecuzione della discesa.

Focus sul petrolio

Il petrolio ha accusato un duro colpo, tornando velocemente indietro. Quali scenari ora?

Per il petrolio avevo già dichiarato nelle scorse interviste che una discesa al di sotto degli 88 dollari al barile avrebbe portato a un’accelerazione al ribasso e così è stato.

Le quotazioni sono arrivate sul supporto in area 83 dollari e in caso di tenuta di questa soglia si potrebbe assistere a un rimbalzo dell’oro nero verso 88 dollari prima e in seguito in direzione di area 93 dollari.

In caso di cedimento di area 83 dollari, le quotazioni del petrolio saranno destinate ad arretrare fino a quota 78 dollari.

Come si muoveranno le Borse?

Come valuta l’attuale impostazione delle Borse e cosa aspetta nel breve?

La domanda vera da porsi in merito alle Borse è se si tratti davvero di un rimbalzo del gatto morto.

Questo recupero dei listini visto nelle scorse sedute non ha più gli occhi della tigre, come già detto di recente.

Ieri i mercati hanno disegnato una bella candela e oggi dovrebbero confermarla, ma sembra che si sia già esaurito tutto e quello visto sembri solo un rimbalzo tecnico.

Per l’S&P500 segnalo come target al ribasso l’area dei 4.200/4.150 e se da una parte non posso dare per scontata un’ulteriore discesa, dall’altra, non mi sembra che questo rimbalzo sia della natura di quelli di cui fidarsi, motivo per cui è bene essere cauti.