Nuovi massimi al Nasdaq per eBay, che resta buy nonostante il recente rally. Il titolo dell'azienda di San Jose (nata nel 1995 come sito d'aste ma ormai diventata uno dei principali player globali del commercio elettronico) ha segnato il record storico in intraday giovedì a Wall Street a 70,76 dollari. Gli investitori dimostrano di apprezzare la revisione del business, con eBay che da tempo è impegnata nel semplificare la sua struttura e rivitalizzare le sue attività core con particolare attenzione su segmenti "caldi" come gli orologi e o le sneaker vintage certificate.

Il titolo eBay segna nuovi massimi al Nasdaq

La chiusura più elevata, a 70,63 dollari era stata quella di mercoledì 30 giugno. Alla fine eBay ha perso lo 0,58% al termine delle contrattazioni giovedì ma quest'anno il titolo si è comunque apprezzato del 35,53% al Nasdaq. Proprio giovedì Thomas Champion, analista di Piper Sandler, aveva confermato il suo rating overweight (che equivale a buy), alzando il prezzo obiettivo da 71 a 81 dollari. Secondo Champion, riporta Barron's, il titolo eBay appare "attraente secondo qualsiasi metrica". L'enterprise value è di appena nove volte l'ebitda stimato per il 2022. Niente se si considera che altri retailer online viaggiano su multipli di 32 volte.

Buy a Wall Street per eBay su revisione business

Sabato scorso era arrivato l'annuncio della vendita dell'80% del capitale di eBay Korea a E-Mart per 3.400 miliardi di won (circa 3 miliardi di dollari). Il giorno dopo eBay aveva invece finalizzato, grazie al completamento dell'iter regolatorio, la cessione del business negli annunci alla norvegese Adevinta (deal che ha valutato la divisione Classifieds Group 13 miliardi di dollari, debito incluso). Senza dimenticare che nel novembre 2019 eBay si era anche liberata di StubHub (piattaforma per la rivendita dei biglietti di eventi), passata a Viagogo per 4,05 miliardi di dollari. Tutte operazioni che permettono appunto a eBay di focalizzarsi meglio sul suo core business.

Per gli analisti eBay ancora buy nonostante il rally

"Dopo queste transazioni, il processo di dismissione delle attività non strategiche di eBay sembra essere completato", ha scritto Champion in un report. "Il business dovrebbe ora essere molto più semplice da gestire", ha sottolineato, aggiungendo che il gruppo californiano sta utilizzando i proventi delle operazioni per riacquistare azioni. Il buyback attualmente in corso, per un ammontare rimanente di circa 4,7 miliardi di dollari, rappresenta circa l'11% delle azioni in circolazione. Segnali positivi che confermano il buy a Wall Street.

(Raffaele Rovati)