Avvio di settimana negativo per Enel che, dopo aver guadagnato poco più di mezzo punto percentuale venerdì scorso, ha provato ad allungare il passo oggi, salvo poi tornare indietro.

Enel cala dopo il sgno più di venerdì

Sulla scia di un rialzo già in salita, il titolo è arrivato a toccare un top intraday a 6,175 euro, da cui però ha ripiegato, scivolando sotto la parità.

Negli ultimi minuti Enel si presenta a 6,075 euro, con un calo dello 0,48% e oltre 11 milioni di azioni passate di mano fino a ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 33 milioni.

Enel: nessun aiuto dal rally dei BTP

Il titolo non trova alcun sostegno nelle indicazioni incoraggianti che arrivano dal mercato obbligazionario, almeno con riferimento ai BTP.

Mentre lo Spread ora si presenta poco sopra la parità, con un lieve rialzo dello 0,19% a 154,2 punti base, i BTP sono comprati a quattro mani, con un vero e proprio crollo dei tassi, basti pensare che il decennale lascia sul parterre il 4,54% al 2,038%.

Enel: al via gigafactory per i pannelli solari

Enel intanto finisce sotto la lente dopo che la società ha ricevuto il via libera ai finanziamenti agevolati dalla Commissione Europea, si parla di circa 781 milioni di euro in totale, per la realizzazione della Gigafactory di pannelli solari da 3GW all’anno.

Equita SIM ricorda che l’investimento era già stato annunciato da Enel nell’ambito del piano strategico e dell’utilizzo dei fondi dedicati messi a disposizione dall’Unione Europea.

L’investimento servirà al potenziamento dell’attuale fabbrica da 200 MW annui, per cui l’output potenziato verrà interamente assorbito dalle esigenze di Enel per la realizzazione di parchi a livello internazionale.

Enel: Equita commenta l'investimento e conferma il buy

La SIM milanese evidenzia che non si tratta di una novità nel piano Enel, a gl analisti riconoscono che la partenza con i fondi agevolati è una piccola notizia positiva.

Confermata così la view bullish su Enel, con una raccomandazione "buy" e un prezzo obiettivo a 8,4 euro.

Enl: collocato sustainability bon da 750 mln di sterline

Da segnalare inoltre che il colosso elettrico, secondo quanto riportato da Ifr, servizio di Refinitiv, ha collocato un bond "sustainability linked" da 750 milioni di sterline.

La domanda è stata più che doppia, visto che sono pervenuti ordini per oltre 1,9 miliardi di euro e questo ha favorito un restringimenti delle indicazioni di spread in area 145 rispetto all'area 160 di partenza.