Ancora una seduta all'insegna della debolezza per Enel che dopo il ribasso di ieri non riesce a trovare spunti per risalire la china.

Enel scende ancora dopo il calo di ieri

Il titolo, reduce da una flessione di due punti e mezzo percentuali ieri, oggi non è in grado di sintonizzarsi con l'andamento leggermente positivo del Ftse Mib.

Negli ultimi minuti il titolo passa di mano a 8,026 euro, con una flessione dello 0,47%  oltre 12 milioni di azioni trattate fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 24 milioni.

Enel appesantito dal nuovo rialzo dei tassi BTP

Enel mostra un andamento negativo al pari delle altre utility, complice l'andamento dei BTP che anche oggi sono venduti, con conseguente salita dei tassi, tanto che il rendimento del decennale viaggia in rialzo del 2,22% all'1,015%, con uno Spread in frazionale calo dello 0,09% a 114,6 punti base.

Enel: nuovi finanziamenti green negli Stati Uniti

Enel intanto non beneficia delle ultime notizie arrivate dagli Stati Uniti, dove la controllata Enel Finance America ha ampliato la linea di commercial paper da 3 a 5 miliardi di euro.

Il programma in questione viene tra l'altro collegato ad obiettivi di sviluppo sostenibile, con un aumento dell’ammontare delle linee "sostenibili" a disposizione del gruppo.

Il suddetto programma si inserisce nella strategia finanziaria di Enel, sempre più caratterizzata dalla finanza sostenibile e in linea con l’obiettivo di raggiungere una quota di fonti di finanziamento sostenibile, sul debito lordo totale del gruppo, pari al 48% nel 2023 e superiore al 70% nel 2030, come delineato nel piano strategico di Enel.

Enel: Equita conferma il buy

Gli analisti di Equita SIM evidenziano che si tratta della prima emissione di questo tipo negli Stati Uniti.
Confermata la view bullish su Enel che per la SIM milanese merita una raccomandazione "buy", con un prezzo obiettivo a 9,3 euro.