Avvio di settimana nel segno della cautela per Enel che già venerdì scorso si fermato sotto la parità, cedendo lo 0,3% dopo tre sessioni consecutive in rialzo.

Enel cauto, ma si diende meglio del Ftse Mib

Anche oggi il titolo è fiacco e negli ultimi minuti si presenta a 6,907 euro, con un calo dello 0,17% e oltre 8,4 milioni di azioni transitate sul mercato fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 26 milioni.

Enel si difende meglio del Ftse Mib, ma si mostra cauto al pari delle altre utility, complici i segnali molto negativi che arrivano dal mercato obbligazionario.

Enel frenato da crollo BTP: vola il decennale, in rally lo Spread

Lo Spread BTP-Bund viaggia in deciso rialzo e mentre scriviamo si presenta a 106,4 punti base, con un rally del 3%.
Forti vendite sui BTP con conseguente impennata dei tassi, tanto che il rendimento del decennale vola del 6,43% allo 0,927%.

Enel: UBS taglia il rating, ma il buy resta

Intanto, a richiamare l'attenzione su Enel è anche una nota di UBS che oggi ha confermato da una parte la raccomandazione "buy" sul titolo e dall'altra ha ritoccato il prezzo obiettivo da 9,5 a 9,25 euro.

L'attenzione degli analisti è già rivolta al capital markets day che vedrà impegnato Enel a novembre, relativamente al quale UBS segnala che sono a suo avviso limitati i rischi ai numeri del piano industriale del colosso elettrico. 

Enel: Goldman Sachs rivede fair value, ma upside è da capogiro

Da segnalare che la scorsa settimana una conferma bullish per Enel è arrivata da Goldman Sachs, i cui analisti hanno ribadito l'inserimento del titolo nella loro conviction buy list, con una raccomandazione "buy" e un target price ritoccato da 11,5 a 11 euro, valore che implica un potenziale di upside di circa il 60% rispetto alle quotazioni correnti a Piazza Affari.  

Anche la banca USA guarda al Capital Market Day che Enel terrà a novembre, segnalando di attendersi che il management riduca i target di profitto per il periodo 2021-2023.

Questo taglio dovrebbe essere deciso in seguito all'andamento sfavorevole dei cambi, ma anche alla luce degli sviluppi negativi sul fronte normativo in Spagna.

Goldman Sachs si aspetta in ogni caso che Enel registrerà ancora una crescita rilevante degli utili, grazie ai prezzi più alti dell'energia, ma anche alla spinta degli investimenti green.