Enel in positivo con rumor e giudizi analisti

Enel si spinge in avanti puntellato dalle ultime novità dalla stampa: gli esperti dicono buy.

L’andamento poco mosso del Ftse Mib, che continua a oscillare intorno alla parità, non impedisce a diverse utility di muoversi in territorio positivo.

Enel in positivo sul Ftse Mib

Tra le altre guadagna terreno anche Enel che, dopo aver chiuso la sessione di ieri con un frazionale rialzo dello 0,03% sale con ben più convinzione oggi.

Mentre scriviamo, infatti, il titolo viene fotografato a 6,129 euro, con un vantaggio dello 0,87% e oltre 6,5 milioni di azioni passate di mano fino a ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 23 milioni.

Enel poco condizionato da Spread e BTP

Enel viaggia in positivo malgrado dal mercato obbligazionario non arrivino indicazioni di particolare supporto.

Lo Spread BTP-Bund si allarga e sale dell’1,97% a 128 punti base, mentre alcune vendite sui BTP favoriscono una salita dei tassi, tanto che il rendimento del titolo a 10 anni mostra un rialzo dello 0,44% al 3,71%.

Intanto Enel finisce sotto la lente sulla scia di alcune indicazioni di stampa, riportate in particolare da Milano Finanza, che ha pubblicato nuovamente un articolo sul possibile cambio di strategia in Argentina.

Equita Sim evidenzia che non c’è nessuna indicazione aggiuntiva in realtà rispetto a quanto emerso già nei mesi scorsi.

Il cambio di linea politica nel governo nel paese sudamericano ha aperto ad un atteggiamento più morbido nei confronti degli investitori esteri, con la possibilità per Enel di ottenere il rinnovo delle concessioni di generazione idroelettrica, precedentemente oggetto di nazionalizzazione, nonché i riconoscimenti regolatori sulle attività di distribuzione.

Enel: il commento di Equita SIM

Equita SIM ricorda che l’Argentina è oggetto di dismissioni nel piano Enel ed è valutata a zero nelle somma delle parti e nella contribuzione ebitda attesa. Indipendentemente dalla decisione finale di Enel, gli analisti di Equita SIM ritengono che il valore delle attività argentine possa crescere in ragione delle revisioni regolatorie favorevoli, e rappresenta quindi un potenziale upside per il colosso elettrico.

Resta immutata la view bullish della SIM milanese che continua a scommettere su Enel, con una raccomandazione “buy” e un prezzo obiettivo a 7,3 euro.

Enel al vaglio di Banca Akros

A scommettere sul titolo è anche Banca Akros che in questi giorni ha deciso di riavviare la copertura con un rating “buy” e un target price a 8 euro, valore che implica un potenziale di upside di quasi il 31% rispetto alle quotazioni correnti a Piazza Affari.

Secondo gli analisti il riposizionamento strategico di Enel è sulla buona strada; le cessioni sono state finalizzate o sono in fase avanzata, per un impatto complessivo sul debito di circa 17 miliardi di euro, incluse quelle del 2022.

Davide Pantaleo
Davide Pantaleo
Davide Pantaleo da quasi un ventennio si occupa di Borsa e Finanza. Dopo aver svolto per diversi anni l'attività di promotore finanziario in Italia e all'estero, nel 2005 entra nel team di Trend-online con l'incarico di redattore.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
761FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate