A2A, Enel e Italgas: le strategie dei broker sui tre titoli

Enel, Italgas e A2A al vaglio degli analisti: come muoversi ora?

La seduta odierna si è conclusa in positivo per le utility quotate sul Ftse Mib, tra le quali hanno fatto eccezione solo due.

Enel stona tra le utility, bene A2A e Italgas

Una di queste è Enel che, dopo aver archiviato la sessione di venerdì scorso con un frazionale rialzo dello 0,18%, oggi ha vissuto una giornata speculare.

Il titolo si è fermato a 6,067 euro, con un lieve calo dello 0,23% e oltre 25 milioni di azioni passate di mano, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 23,5 milioni.

Tra le utility in positivo troviamo anche A2A che, dopo aver guadagnato oltre un punto percentuale venerdì scorso, è salito oggi dello 0,21% a 1,6385 euro, con circa 8,5 milioni di azioni trattate, rispetto alla media degli ultimi 30 giorni pari a circa 12,5 milioni.

Ad avere la meglio nel settore di riferimento è stato Italgas che già venerdì scorso aveva ritrovato il segno più, salendo di oltre due punti percentuali dopo quattro ribassi di fila.

Oggi il titolo ha guadagnato l’1,23% a 5,335 euro, con circa 2,1 milioni di azioni passate di mano, poco sotto la media mensile pari a 2,2 milioni.

Italgas: le ultime novità sulla controllata Enaon

Le tre utility sono finite sotto la lente di alcuni analisti per motivi differenti, a partire da Italgas sulla scia di una intervista al Sole 24 Ore rilasciata da Barbara Morgante, CEO di Enaon, controllata greca del gruppo italiano.

La manager ha sottolineato il potenziale di investimenti della società da le guidata, che nel 2024 punta ad arrivare a 180 milioni di euro, rispetto ai 100 milioni stimati da Equita SIM.

Secondo Morgante l’obiettivo sarebbe arrivare anche in altre regioni della Grecia oltre agli attuali bacini dove è presente il gruppo (Atene, Salonicco e Tessalia), cioè in aree dove la penetrazione della distribuzione gas è praticamente nulla.

Equita SIM parla di un’indicazione positiva che aumenta il piano di capex in Grecia di 900 milioni di euro nel periodo 2023-2029, rispetto alla loro stima di 600 milioni di euro.

Non cambia intanto la view degli analisti che su Italgas ribadiscono la raccomandazione “hold”, con un prezzo obiettivo a 6,1 euro.

Enel: bullish la view di Mediobanca

A puntare su Enel è invece Mediobanca Research che ha deciso oggi di reiterare il rating “outperform”, con un target price a 7,7 euro.

Gli analisti continuano a vedere come critica per il re-rating del titolo l’implementazione di successo del nuovo piano industriale, che punta alla semplificazione della struttura corporate, al focus sulle geografie core seguendo modelli integrati verticalmente.

A2A: indicazioni negative da Intesa e Banca Akros

Cattive notizie per A2A arrivano da Intesa Sanpaolo che da una parte ha ribadito il rating “hold” e dall’altra ha tagliato il fair value da 2,2 a 1,88 euro, complice una revisione delle stime di eps che sono state ritoccate al ribasso per quest’anno e alzate per il prossimo.

A riservare un downgrade ad A2A è stata Banca Akros che ha rivisto la strategia da “buy” a “neutral”, con un prezzo obiettivo tagliato da 2,45 a 2 euro, dopo la presentazione del piano industriale del gruppo.

Davide Pantaleo
Davide Pantaleo
Davide Pantaleo da quasi un ventennio si occupa di Borsa e Finanza. Dopo aver svolto per diversi anni l'attività di promotore finanziario in Italia e all'estero, nel 2005 entra nel team di Trend-online con l'incarico di redattore.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate