Anche la seduta odierna si avvia alla conclusione con il segno meno per Enel che si muove in controtendenza rispetto al Ftse Mib e scende per la quinta seduta di fila.

Enel in calo per la quinta seduta di fila

Il titolo, dopo aver ceduto quasi un punto e mezzo percentuale venerdì scorso, anche oggi ha imboccato la via delle vendite e, pur avendo già recuperato dai minimi intraday si conferma in calo.

Negli ultimi minuti Enel si presenta a 6,926 euro, con una flessione dello 0,35% e oltre 17 milioni di azioni scambiate fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 28 milioni.

Enel cala con rialzo tassi BTP e Spread

Il titolo non è certo aiutato dalle indicazioni che arrivano dal mercato obbligazionario, con lo Spread BTP-Bund che sale dell'1,34% a 121 punti base.

Ancora peggio i BTP che sono colpiti dalle vendite, tanto che il rendimento del decennale viaggia in rally del3,57% allo 0,9%.

Enel: focus sugli ultimi rumor

Non sono di sostegno per Enel neanche le indiscrezioni di stampa da cui si apprende che un consorzio di cui fa parte il colosso elettrico, dovrebbe presentare un'offerta migliore di quella dei fondi di private equity per Mooney, società di pagamenti italiana controllata da CVC Capital Partner.

Secondo gli analisti di Intesa Sanpaolo, questa potenziale acquisizione si inserisce nella strategia di Enel come supporto ai volumi dei servizi ai clienti.

Enel sotto la lente di Intesa Sanpaolo

Confermata la view positiva su Enel che per gli analisti merita una raccomandazione "add", con un prezzo obiettivo a 9,7 euro, valore che implica un potenziale di upside di circa il 40% rispetto alle quotazioni correnti a Piazza Affari.