ENI sale da 8 sedute. Buy ora: upside è ancora da capogiro

ENI ha chiuso anche oggi in positivo, sostenuto dal rialzo del petrolio e da alcuni rumor. Ecco fin dove può volare il titolo.

Image

Il semaforo è rimasto acceso sul verde per ENI che anche oggi ha mostrato più forza del Ftse Mib, strappando il segno più per l'ottava seduta consecutiva.

ENI in positivo per l'ottava seduta di fila

Dopo aver chiuso la sessione di ieri con un progresso di oltre un punto e mezzo percentuale, il titolo oggi si è fermato appena sopra la parità.

A fine sessione ENI è stato fotografato a 11,73 euro, con un frazionale rialzo dello 0,05% e oltre 14 milioni di azioni passate di mano, al di sopra della media degli ultimi 30 giorni pari a circa 13,2 milioni.

ENI sostenuto dal rialzo del petrolio

Al pari degli altri protagonisti del settore oil, anche ENI oggi ha scansato le vendite a Piazza Affari, beneficiando della spinta rialzista del petrolio.

Lasciatasi alle spalle la giornata di ieri con un guadagno di quasi un punto e mezzo percentuale, l'oro nero sale ancora e si presenta a 88,15 dollari, con un vantaggio dello 0,45%.

ENI: rumor su Plenitude

ENI ha inoltre catalizzato l'attenzione del mercato sulla scia di alcune indiscrezioni di stampa.  Secondo quanto riportato da alcuni quotidiani, Plenitude sarebbe interessata ad acquisire Plt Energia.

La società ha una capacità di 0.3 GW di impianti eolici e fotovoltaici. Il prezzo di acquisto offerto, secondo Milano Finanza è pari a 1 miliardo di euro. In corsa per l’acquisizione ci sarebbero anche Repsol e il fondo di private equity scandinavo Eqt. 

ENI: per Equita SIM può salire fino a 19 euro

In attesa di novità su questo fronte, gli analisti di Equita SIM non apportano modifiche alla loro strategia su ENI, ribadendo la raccomandazione "buy", con un prezzo obiettivo a 19 euro, valore che implica un potenziale di upside di circa il 63% rispetto alle quotazioni correnti a Piazza Affari.