A Piazza Affari non si ferma l'ascesa di Fiera Milano che oggi sale per la terza seduta di fila, mettendo a segno un deciso scatto in avanti.

Fiera Milano: corsa all'acquisto con volumi boom

Il titolo, dopo aver guadagnato ieri poco meno di un punto percentuale, ha imboccato da subito oggi la via dei guadagni.

Negli ultimi minuti Fiera Milano si presenta a 3,715 euro, con un rally del 4,65% e quasi 800mila azioni già passate di mano, più del doppio della media degli ultimi 30 giorni pari a circa 300mila.

Fiera Milano vola con sblocco nuovi ristori per il settore

Il titolo scatta in avanti dopo che ieri la Commissione Europea ha ufficializzato la deroga al regime del De Minimis (regole sugli aiuti di Stato) sui ristori per il settore fieristico e congressuale italiano.

La notizia era stata anticipata il 6 agosto da AEFI, l'Associazione Esposizioni e Fiere Italiane. Il regime del De Minimis limitava a 10 milioni di euro i ristori assegnabili a ciascuna società del settore.

Con la deroga, il governo italiano potrà ora assegnare maggiori risorse agli operatori di settore.

Quanto ai dettagli del regime approvato dalla Commissione Europea, si segnala che i beneficiari sono società del settore fieristico e congressuale, mentre la dimensione del fondo è di 520 milioni di euro, evidenziando che si tratta di sovvenzioni dirette a copertura dei danni subiti tra il 9 marzo e il 14 giugno 2020 e tra il 24 ottobre 2020 e il 14 giugno 2021.

I periodi indicati sono quelli in cui è stata sospesa per legge l’attività fieristica e congressuale in Italia.

Fiera Milano: Equita SIM commenta le ultime news

Gli analisti di Equita SIM ribadiscono che l’ottenimento della deroga al regime del De Minimis è una notizia positiva per il settore.

Gli esperti restano in attesa dei dettagli definitivi dal Governo sui criteri di assegnazione delle risorse ai singoli operatori (nelle loro attuali stime hanno incluso solo 10 milioni di euro di ristori sia per Fiera Milano che per IEG) per includere il beneficio nelle stime di Italian Exhibition Group e Fiera Milano.

Gli analisti di Equita SIM si aspettano di avere visibilità a breve sulle risorse assegnate, considerando che la domanda di indennizzo deve essere presentata entro il 10 settembre.

La SIM milanese sottolinea che Fiera Milano ha registrato una perdita netta di 33,9 milioni di euro nel 2020, con debito netto ex-IFRS 16 2020 di 24 milioni di euro e per il 2021 gli analisti si aspettano un debito netto ex-IFRS 16 di 27,8 milioni di euro.

Non cambia intanto la view cauta su Fiera Milano, coperto da Equita SIM con una raccomandazione "hold" e un prezzo obiettivo a 3,6 euro.