Fincantieri soffre ancora dopo i conti. Analisti divisi

Fincantieri ha perso quota anche ieri sulla scia della trimestrale diffusa la scorsa settimana.

Image

Nuova chiusura in calo per Fincantieri che, dopo aver avviato la settimana con un ribasso di oltre tre punti e mezzo percentuali, ha continuato a perdere terreno ieri.

Fincantieri ancora in rosso

Il titolo si è fermato a 0,5425 euro, con una flessione del 2,34% e oltre 1,5 milioni di azioni passate di mano, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 3,8 milioni.

Fincantieri: i conti del 1° trimestre

Fincantieri ha perso ancora terreno dopo che la scorsa settimana ha presentato i conti del primo trimestre, chiuso con ricavi pari a 1,681 miliardi di euro, in rialzo del 17,8%.

L'Ebitda è salito el 17,2% a 118 milioni di euro, mentre la posizione finanziaria netta consolidata presenta un saldo negativo per 940 milioni di euro, contro gli 859 milioni di fine 2021.

Fincantieri: spunti dalla conference call

Gli analisti di Equita SIM si sono concentrati sui principali spunti dalla conference call.

Quanto al settore cruise, che rappresenta il 59% del fatturato 2021, è stata ribadita la normalizzazione del settore crocieristico con bookings del 2022 e 2023 attese essere in linea con i livelli pre- pandemici.

Fincantieri ha ribadito di aspettarsi un ritorno degli ordini nel cruise a partire dal 2023, mentre non c'è stato nessun commento su indiscrezioni relative ad un potenziale ordine da 4 miliardi di euro.

La società sta investendo molto in nuove tecnologie di propulsione per essere ben posizionata nel processo di decarbonizzazione del settore crocieristico.

Per il settore militare, che rappresenta il 26% del fatturato 2021, la pipeline commerciale è buona, con Fincantieri che sta lavorando su diversi tender.

Anche se è presto per quantificare gli impatti, gli aumenti di budget di spesa per la difesa annunciati da vari stati sono un game changer.Quanto al costo dell'inflazione, negli ultimi mesi si è registrato un ulteriore incremento delle RM.

Fincantieri: Equita SIM rivede le stime e il target price

Alla luce dei risultati del primo trimestre del 2022, gli analisti di Equita SIM hanno aggiornato il loro modello riducendo il contributo della divisione ES&S e limando lo Shipbuilding, mentre hanno migliorato il contributo della divisione Offshore.

Complessivamente gli analisti hanno ridotto le stime di EBITDA 2022-2023 del 3%/2% e l’utile netto del 4%/3%. Per il 2022 Equita SIM stima ora un fatturato di 7,5 miliardi di euro, in rialzo del 12% anno su anno e un EBITDA adjusted di 537 milioni di euro, in crescita del 10%, con margine del 7,2%.

Gli analisti della SIM milanese mantengono una view cauta su Fincantieri, con una raccomandazione "hold" e un prezzo obiettivo tagliato del 3% a 0,67 euro.

Fincantieri: la view di Kepler Cheuvreux

Bullish la strategia di Kepler Cheuvreux che ieri ha ribadito il rating "buy" sul titolo, con un target price a 0,8 euro. Secondo gli analisti, i conti del primo trimestre di Fincantieri sono stati in linea con le attese.