Fincantieri in rosso. Nuovo ordine da 200 mln

Fincantieri ha annunciato una nuova commessa: ecco cosa ne pensano le banche d’affari.

fincantieri contratto

Chiusura negativa anche oggi per Fincantieri, che ha ceduto terreno per la seconda seduta consecutiva.

Il titolo ieri ha avviato la settimana con una flessione di oltre un punto percentuale e oggi ha continuato ad arretrare.

Fincantieri in rosso anche oggi

A fine giornata, Fincantieri si è fermato a 0,545 euro, con un ribasso dello 0,73% e oltre 1 milione di azioni passate di mano, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 2,2 milioni.

Il titolo non ha trovato alcun sostegno nelle ultime novità dal fronte societario, dopo che Fincantieri ha annunciato ieri di aver firmato un contratto per la progettazione e costruzione di una nave posacavi ibrida di ultima generazione per l’azienda giapponese Toyo Construction.

La nave sarà costruita nei cantieri di Vard e sarà consegnata nel secondo trimestre del 2026.

Fincantieri: il commento di Equita SIM

Il valore del contratto è di oltre 200 milioni di dollari, pari al 15% della raccolta ordini attesa da Equita SIM per la divisione Offshore.

Con questo ordine la divisione Offshore si avvicina alla stima della SIM milanese di

ordini per il 2023 pari a 1,2 miliardi di euro, con un book-to-bill di 1,2 volte.

Gli analisti di Equita SIM non cambiano idea su Fincantieri, reiterando la raccomandazione “hold”, con un prezzo obiettivo a 0,5 euro.

Fincantieri sotto la lente di Intesa Sanpaolo

Una strategia condivisa anche da Intesa Sanpaolo che non si sbilancia sul titolo e ribadisce il rating “neutral”, con un target price a 0,53 euro.

Gli analisti hanno confermato giudizio e fair value dopo il nuovo contratto firmato dalla controllata Vard con la giapponese Toyo Construction.

Intesa Sanpaolo si aspetta che il contratto abbia un livello di redditivita' superiore alla media.

Secondo gli analisti, l'aggiudicazione rappresenta un'ulteriore conferma del forte momentum nella domanda di posacavi per il mercato eolico offshore, anche fuori dall'Europa, aumentando la visibilità di medio termine sulle prospettive di Vard.

Fincantieri: la view di Banca Akros

Infine, è improntato alla cautela anche il giudizio di Banca Akros, che oggi ha reiterato la raccomandazione “neutral”, con un prezzo obiettivo a 0,5 euro, dopo il nuovo contratto firmato da Vard, controllata di Fincantieri.