La prima settimana di agosto si è conclusa con una seduta ribassista per le Borse europee che hanno perso tutte terreno.

Si è difesa meglio delle altre la piazza londinese, con il Ftse100 in calo dello 0,11%, mentre si sono mossi di pari passo il Cac40 e il Dax che hanno ceduto rispettivamente lo 0,63% e lo 0,65%.

Ftse Mib giù prima dl week-end, ma bilancio settimanale è positivo

In rosso anche Piazza Affari dove il Ftse Mib si è fermato a 22.586,88 punti con un calo delo 0,26%, dopo aver segnato nell'intraday un top a 22.732 e un bottom a 22.732 punti.

Il bilancio settimanale è preceduto però dal segno più, visto che nelle ultime cinque sedute l'indice delle blue chip è salito dello 0,1% rispetto al close del venerdì precedente.

Il Ftse Mib in avvio di ottava ha provato ad allungare il passo, raggiungendo la soglia dei 22.800 punti, messa già sotto pressione il 20 e l'8 luglio scorsi.

Ancora una volta però l'indice è stato respinto da questo ostacolo che ha provato ad attaccare nuovamente giovedì, ma senza successo, visto il ritorno pco sotto area 22.600.

Compra, vendi e conserva crypto in maniera regolamentata e sicura. Investi in crypto attraverso ETP: Bitcoin, Ethereum & co. sono custoditi in cold wallet da istituti regolamentati e tenuti al sicuro dalla banca depositaria.

Con investimenti o piani di risparmio a partire da 1 €, puoi immergerti nella famiglia Bitcoin, Ethereum e Solana e molte altre criptovalute.

Con la promozione Scalable tutti i nuovi clienti che apriranno un conto, riceveranno gratuitamente un’azione o un Etf sostenibile.

Ulteriori informazioni sono disponibili qui.

Ftse Mib: duro ostacolo in area 22.800. Quali scenari ora?

Come detto poc'anzi, l'area dei 22.800 è stata già testata in quattro occasioni nell'ultimo mese e di fatto si conferma la soglia chiave con la quale dovrà misurarsi ora il Ftse Mib.

Dalla tenuta o meno di questo livello dipenderà infatti l'evoluzione nel breve, con la possibilità di assistere a movimenti di ampiezza anche superiore a un migliaio di punti, tanto al rialzo quanto al ribasso.

In caso di vittoria sull'ostacolo dei 22.800 punti, il Ftse Mib potrà subito allungare verso i 23.000 punti, con successivo approdo a quota 23.500 punti, soglia intermedia prima di un'estensione rialzista verso i 24.000/24.100 punti.

Lo scenario opposto prevede invece una tenuta di quota 22.800 punti, evento che aprirà le porte ad un ripiegamento verso i 22.150/22.100 punti prima e in area 22.000 in seguito.

Con l'abbandono di tale soglia il Ftse Mib scenderà ancora verso i 21.800/21.700 punti prima e i 21.500 punti dopo, con proiezioni successive a 21.000 e a 20.700 punti.

Ftse Mib tirato: correzione in vista?

Ad impensierire un po' è la mancata violazione di quota 22.800 punti che al momento si conferma un ostacolo duro da superare.

Se ciò non dovesse avvenire all'inizio della prossima settimana, allora sarà alto il rischio di un ripiegamento del Ftse Mib anche veloce.

Il mercato è un po' tirato e potrebbe facilmente cedere il passo alle vendite, ricordando che la prossima sarà una settimana semi-festiva in vista del Ferragosto che solitamente tiene lontani diversi operatori dal mercato.   

I dati macro e gli eventi USA e UE

Per la prima seduta della prossima settimana, sul fronte macro USA non sono previsti aggiornamenti di rilievo.
Sul versante societario, invece, si segnala dopo la chiusura di Wall Street la trimestrale di AIG con un eps previsto a 1,1 dollari.

Anche in Europa non sono in agenda aggiornamenti degni di nota sul versante macroeconomico.

I titoli da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari da seguire AbitareIN che alzerà il velo sui conti dei primi nove mesi dell'esercizio 2021-2022, mentre GeneralFinance sui numeri del primo semestre di quest'anno.