Ftse Mib: continua la corsa verso nuovi top di periodo

Il Ftse Mib non accenna a frenare la sua spinta rialzista: durerà ancora?

Chiusura contrastata oggi per le Borse europee che si sono presentate al close precedute da segni diversi.

Il Dax e il Cac40 sono scesi rispettivamente dello 0,1% e dello 0,3%, mentre il Ftse100 ha mostrato un frazionale rialzo dello 0,08%.

E’ riuscita a fare meglio Piazza Affari, dove il Ftse Mib ha terminato le contrattazioni a 33.146 punti, con un rialzo dello 0,71%, dopo aver segnato nell’intraday un massimo a 33.184 e un minimo a 32.832 punti.

Ftse Mib: continua la corsa verso nuovi top di periodo

Riproponendo un copione già visto nei giorni scorsi, l’indice delle blue chip si è spinto ancora in avanti, aggiornando nuovamente i massimi di periodo.

Con la rottura confermata di area 33.000 il Ftse Mib getta le basi per ulteriori allunghi che vedranno un primo approdo in area 33.200, già lambita oggi.

Al superamento di tale soglia ci sarà spazio per una prosecuzione del rialzo verso i 33.500 punti, violati i quali l’attenzione andrà rivolta alla soglia psicologica dei 34.000 punti.

Eventuali ritorni sotto area 33.000 potranno favorire dei ripiegamenti verso i 32.800 punti prima e in seguito in direzione dei 32.500 punti.

Oltre questo livello la discesa proseguirà verso i 32.200 e i 32.000 punti, raggiunti i quali si dovrebbe assistere a una reazione, pena una prosecuzione delle vendite.

I market movers negli Stati Uniti

Per la prossima seduta, sul fronte macro USA si segnala l’indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari.

La stima ADP con riferimento al mese di febbraio dovrebbe restituire la creazione di 145mila nuovi posti di lavoro nel settore privato, contro i 107mila di gennaio.

Per le scorte all’ingrosso a gennaio si prevede una variazione negativa dello 0,1% dopo il rialzo dello 0,4% precedente.

Nel pomeriggio sarà diffuso il consueto report sulle scorte strategiche di petrolio da parte del Dipartimento dell’energia statunitense.

Da segnalare che mezz’ora dopo l’apertura di Wall Street avrà inizio un’audizione al Senato del presidente della Fed, Jerome Powell.

Due ore prima della chiusura del mercato USA sarà diffuso il Beige Book, il tradizionale report della Fed sullo stato di salute dell’economia a stelle e strisce.

Sul versante societario, da seguire prima dell’avvio degli scambi a Wall Street i conti degli ultimi tre mesi di Abercrombie & Fitch e di Campbell Soup, con un eps previsto a 2,83 e a 0,77 dollari, mentre dai dati di Foot Locker ci si attende un utile per azione di 0,32 dollari.

I dati macro e gli eventi in Europa

In Europa si conosceranno le vendite al dettaglio che a gennaio dovrebbero salire dello 0,1% dopo il calo dell’1% precedente.

In Germania la bilancia commerciale a gennaio dovrebbe mostrare un saldo positivo in riduzione da 22 a 21 miliardi di euro.

I titoli e i temi da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari presenteranno i risultati del 2023 Banca Mediolanum, Bper Banca, Nexi Pirelli e Telecom Italia, segnalando che queste ultime due società forniranno un aggiornamento sul rispetto piano industriale.

Al test dei conti anche Salvatore Ferragamo, Carel Industries e Porto Aviation Group.

Sotto la lente ENI, Saipem e Tenaris, in vista del report sulle scorte strategiche di petrolio USA.

Davide Pantaleo
Davide Pantaleo
Davide Pantaleo da quasi un ventennio si occupa di Borsa e Finanza. Dopo aver svolto per diversi anni l'attività di promotore finanziario in Italia e all'estero, nel 2005 entra nel team di Trend-online con l'incarico di redattore.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
769FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate