Di seguito riportiamo l’intervista realizzata a Pietro Origlia con domande sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari.

Il Ftse Mib ha perso un po' di spinta dopo aver avvicinato quota 25.000 punti: quali le sue attese nel breve?

Rispetto ai nostri ultimi appuntamenti non cambia il "sentiment" sui principali mercati azionari internazionali che rimangono sempre vicini ai massimi di periodo.

Questo nonostante nelle ultime ore l'Ema abbia ammesso che ci possono essere dei legami tra il vaccino Astrazeneca e alcuni casi di trombosi.

In questo contesto il focus degli investitori rimane sempre rivolto alla campagna di vaccinazione che i Paesi stanno mettendo in campo perchè, come più volte abbiamo ribadito, prima si arriverà ad un'immunità di gregge e prima l'economia potrà ripartire.

Sul mercato delle valute le ultime giornate hanno visto il recupero della moneta unica europea che nei confronti del Dollaro si è spinta oltre le prime resistenze posizionate in area 1,188.
Al di sopra di quest soglia per il cross si potrebbero avere ulteriori allunghi in direzione degli 1.1930.

Per quanto riguarda il Ftse Mib, le ultime due giornate le abbiamo vissute all'insegna del consolidamento, con le quotazioni che si sono fermate nei pressi dei 24.750 punti.

Se l'impostazione di fondo rimane sempre al rialzo, nel breve è possibile che il FTSE Mib possa proseguire questa fase di "ossigenazione" prima di una ripresa degli acquisti.

Questi ultimi che dovrebbero spingere il mercato in direzione dei massimi decennali situati in area 25.000-25.500 punti.

Un superamento di questo ostacolo verrebbe letto come un importante segnale di forza con target rialzisti veramente importanti per il Ftse Mib.

Banco BPM e Bper Banca sono scesi anche ieri: qual è la sua view su questi due titoli?

La debolezza delle ultime sedute non muta il trend rialzista di BANCO BPM che fin quando si confermerà sopra i 2,35 euro manterrà inalterate le chance di un test sui massimi di periodo situati sulla soglia dei 2,50 euro.
Al di sopra di questo livello per Banco BPM dovremmo avere allunghi verso i top del 2020 in area 2,58 euro.

Per quanto riguarda il titolo BPER BANCA, importante sarà la tenuta degli 1,85 euro per evitare una prosecuzione al ribasso verso gli 1,78 euro e a seguire fino agli 1,70 euro.
Al rialzo segnali di forza per Bper Banca si avrebbero con il superamento dei 2 euro.

Come valuta l'attuale impostazione di Telecom Italia e STM e quali strategie ci può suggerire per entrambi?

Per quanto riguarda il titolo TELECOM ITALIA, l'impostazione rimane ancora improntata al rialzo e con l'eventuale superamento degli 0,47 euro i prezzi potrebbero spingersi in direzione degli 0,48 euro e a seguire fino a quota 0,50 euro.
Segnali di debolezza li avremmo per Telecom Italia solo con discese sotto la soglia degli 0,42 euro.

Anche per quanto riguarda STM prosegue quel trend partito nel mese di marzo e con il superamento dei 33,7 euro si aprirebbero le porte per un ritorno sui massimi di febbraio 2021 nei pressi dei 36 euro.

Stellantis ieri si è fermato sulla parità, mentre tra gli industriali si è spinto in avanti Leonardo. Quali indicazioni ci può fornire?

E' una fase importante quella che si sta avendo sul titolo STELLANTIS perchè i prezzi sono tornati sui top di periodo posizionati in area 15.50 euro.

Importante sarà ora il superamento di questi livelli per evitare da una parte un possibile doppio massimo (figura d'inversione ribassista) e per avere dall'altra un nuovo allungo delle quotazioni verso la soglia dei 16 euro.

Il ritorno oltre la soglia dei 7 euro è stato senza dubbio un segnale importante quello inviato da LEONARDO che ora potrebbe proseguire il suo recupero in direzione delle prossime resistenze situate in area 7,50 euro.

Al ribasso segnali di debolezza per Leonardo li avremmo solo con ritorni sotto i 6,6 euro.

Quali sono i titoli che sta seguendo più da vicino in questa fase di mercato? A quali consiglia di guardare ora?

Tra i titoli interessanti segnalo LA DORIA con il break dei 18,30 euro e primi target sulla soglia dei 20 euro.
Da seguire TINEXTA con conferme oltre i 23,50 euro ed infine BANCA GENERALI con conferme oltre i 30,50 euro.

Buon trading

Vuoi abbonarti ai nostri SEGNALI DI TRADING che nel 2020 hanno generato un guadagno del 170? clicca qui