Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Sante Pellegrino, trader indipendente, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e in particolare di Piazza Affari.

Il Ftse Mib sta provando ad allungare il passo oltre area 26.000: cosa aspettarsi nel breve?

La settimana in corso è importantissima a Piazza Affari, perchè si concluderà un ciclo mensile partito a fine luglio.

I massimi e i minimi visti sia a luglio che ad agosto sono stati molto rilevanti, perchè hanno visto il Ftse Mib protagonista assoluto, con un allungo sopra i massimi pre-Covid e un nuovo top di periodo a 26.680 punti.

Il Ftse Mib ha performato meglio di altri indici, con questi massimi segnati nella prima metà di agosto, mentre nella seconda metà del mese l'indice è rimasto a metà del trend rialzista, ma laterale.

Per attendere un nuovo ciclo rialzista il Ftse Mib dovrà necessariamente superare i 26.700 punti.
Al ribasso il supporto importante è a 25.900 punti, sotto cui l'indice andrà a riposizionarsi su livelli più bassi, a 25.200 punti prima e a 24.800 punti in seguito.

Cosa può dirci in merito al recente andamento del Dax e dell'S&P500? Quali le sue attese nel breve?

A differenza del Ftse Mib, nella prima metà di agosto l'S&P500 è rimasto un po' laterale, per poi ripartire nella seconda metà, segnando nuovi massimi storici ora quota 4.500 punti.

Il Dax ha segnato i massimi nelle prime due settimane di agosto e poi ha avviato un movimento laterale.
L'indice ha tentato un ritorno sui massimi storici in area 16.000, con un ritorno verso area 15.700, da cui sta provando a ripartire.

Come valuta l'attuale impostazione di Banco BPM e Bper Banca e quali le strategie nel breve?

Banco BPM ha disegnato un doppio massimo sulla resistenza a 2,83 euro e deve superare questo ostacolo per posizionarsi al rialzo verso i 3,085 euro prima e i 3,2 euro in seguito.

Il ritorno sul supporto a 2,65/2,6 euro aprirà la strada a dei ribassi più profondi per Banco BPM, con il rischio di discese fino ai 2,35 euro.

Simile la situazione per Bper Banca che ha una resistenza a 1,875 euro, ma si tratta di un ostacolo più debole e quindi ci sono maggiori probabilità che sia superato.

Sopra 1,875 euro il titolo punterà ai 2 euro, mentre un ritorno sotto il supporto a 1,735 euro andrà ad indebolire la struttura rialzista e potrebbe far calare Bper Banca verso 1,625 euro.

Stellantis continua a mostrarsi debole per via delle cattive notizie sul settore di riferimento. Che fare con il titolo ora?

Stellantis potrebbe accelerare al ribasso verso i 16 euro, andando a chiudere alcuni gap importanti, mentre solo un rimbalzo sopra la resistenza dei 18,2 euro potrà portare le quotazioni verso i 19,5 euro.

CNH Industrial è un buon acquisto sui livelli attuali?

CNH Industrial viaggia sotto la resistenza dei 14,32 euro e solo oltre questa soglia potrà salire ancora.
Diversamente il titolo rischierà nuovi cali verso i 13,35 euro e i 13 euro, con proiezioni a 12,2 e a 11,7 euro nella peggiore delle ipotesi. 

Tod's rimbalza dopo l'affondo della vigilia: qual è la sua view su questo titolo?

Tod's ha subito una pesante battuta d'arresto dopo il rally alimentato nelle scorse settimane anche dall'arrivo di Chiara Ferragni nel Cda.

Il titolo è sceso sotto i supporti a 51,5 e a 48,85 euro che a questo punto diventano fortissime resistenze.
Tod's per ora pare più orientato al ribasso, con potenziali target a 43,5 euro prima e a 35 euro dopo.