Ftse Mib verso rally di primavera? Meglio Banco BPM o Bper?

Per il Ftse Mib si registra un movimento di accumulazione e sarà interessante un breakout rialzista: ecco i target secondo Sante Pellegrino.

Image

Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Sante Pellegrino, trader indipendente, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e in particolare di Piazza Affari.

Il Ftse Mib ha indietreggiato ieri, complice anche lo stacco dei dividendi di alcune blue chips. Quale lettura ci può offrire del mercato?

Il future sul Ftse Mib si trova ancora al di sopra di un supporto fondamentale che è quello dei 24.200 punti.

Questa soglia non deve essere abbandonato e per ora ha tenuto bene e ha mostrato una prova di forza dopo il primo stacco dei dividendi avvenuto ieri, per quanto non sia quello più corposo.

Sarà interessante vedere la reazione dei prossimi giorni, anche perchè ci avviamo verso la fine di aprile. Il movimento del future sul Ftse Mib è di accumulazione e lo si vede dalla flag che si sta configurando in area 24.000. 

Un breakout rialzista sarà interessante per andare a testare la resistenza dei 25.000 punti, evento molto probabile perchè storicamente c'è sempre un rally di primavera.

Questo potrà essee contrastato non solo dallo stacco dei dividendi, ma anche da una BCE pronta ad avviare il tapering e ad alzare i tassi di interesse, cosa che dovrebbe incidere negativamente sui rendimenti delle azioni.La mia idea è che per il Ftse Mib il rally di primavera ci sarà, ma si rivelerà molto laterale.

Qual è la sua view su Banco BPM e Bper Banca e quali strategie ci può suggerire per entrambi?

Banco BPM è ancora in una buona posizione perchè si trova sopra il supporto dei 2,9 euro.

Il gap-down di ieri è legato allo stacco del dividendo che apre le porte a uno scenario nuovo per Banco BPM, alle prese negli ultimi 10 anni con una grande ristrutturazione.

Da segnalare anche l'ingresso nel capitale da parte dei francesi di Credit Agricole. Banco BPM è sul supporto importante dei 2,9 euro, sotto cui si guarderà al sostegno dei 2,82 euro, da cui dovremmo cercare di capire se ci sarà debolezza, perchè in tal caso potrebbe stornare fino ai 2,65 euro.

Al contrario, il mantenimento di questo supporto a 2,9 euro, potrà far rimbalzare Banco BPM fino alla chiusura del gap di cui parlavamo prima in area 3 euro.

Anche Bper Banca è sul supporto molto interessante di 1,55 euro, l'abbandono del quale porterà su dei supporti più bassi a 1,51 e a 1,48 euro, con proiezione successiva fino a 1,43 euro.

Un ritorno di Bper Banca sopra la resistenza a 1,63 euro sarà un ulteriore segno di forza, con possibilità di assistere ad un laterale rialzo fino a 1,69-1,73 euro.

Come valuta l'attuale impostazione di Stellantis e CNH Industrial e quali indicazioni ci può fornire per entrambi?

Anche Stellantis ieri ha lasciato aperto un ampio gap-down per via dello stacco del dividendo di oltre 1 euro per azione.

Il titolo fino al supporto dei 12,85 euro sarà in zona salvezza, ma dovrà superare almeno in 14 euro per potersi dire fuori dallo scenario negativo.

Per CNH Industrial segnaliamo il reversal sotto i 14,6 euro, ma fortunatamente il titolo reagisce positivamente nonostante lo stacco del dividendo ieri.

Occhio al supporto dei 14,2 euro, la cui tenuta potrà favorire un recupero del titolo che dovrà superare i 14,65 euro, oltre cui si potrà salire fino ai 15 euro.

Un ritorno di CNH Industrial sarà invece negativo e porterà nuove vendite. 

Ci sono altri titoli che vuole segnalarci a Piazza Affari?

Uno sguardo a Generali che tutto sommato gode ancora di una buona posizione, ma si trova su un supporto delicato. La violazione dei 19 euro già non è un buon segnale e l'eventuale rottura dei 18,5 euro sarà fortemente negativo per Generali. L'unico motivo per tornare rialzisti è quello di superare gli swing e le resistenze di 19,6 euro.