Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Sante Pellegrino, trader indipendente, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e in particolare di Piazza Affari.

Il Ftse Mib ha continuato a perdere tereno nelle ultime sedute. Lo scenario appare poco promettente o sbaglio?

Sicuramente il future sul Ftse Mib purtroppo si trova in una tendenza ribassista in questo momento.

L'unico modo per uscire da questa situazione sarà superare i 23.800 punti, ma c'è da dire che fortunatamente siamo al di sopra di un supporto molto forte.

Il minimo battuto in avvio di settimana in area 22.450 è un sostegno robusto e interessante.
Ora dobbiamo pazientare e aspettare che il mercato lateralizzi un po' per accumulare volatilità.

Se non saranno superati al ribasso i 22.500/22.400 punti, il future sul Ftse Mib potrà ritestare i 23.800 punti e poi gli swing dei 24.500 punti.

E' molto probabile che dai valori attuali il future sul Ftse Mib possa avere una reazione, ma sarà in ogni caso blanda, perchè non ci sono rendimenti su tutti i mercati.  

Bper Banca ieri è volato dopo i conti, mentre si è mosso in maniera decisamente più cauta Banco BPM. Qual è la sua view su questi due titoli?

Per Banco BPM l'abbandono del supporto di 2,85 euro è stato un brutto colpo, ma si sta tentando di salvare il salvabile.

L'area supportiva da non superare assolutamente al ribasso è quella dei 2,7/2,73 euro, sotto cui la view sarà fortemente negativa.

Fino a quando Banco BPM si manterrà al di sopra del livello segnalato si manterrà un'intonazione positiva, con primo target la resistenza dei 3 euro, per poi superare i 3,15 euro se vogliamo vedere una reazione positiva.

Sotto i 2,6 euro invece il ribasso di Banco BPM si allungherà fino ad area 2,3 euro.

Ottima performance ieri per Bper Banca cbe riparte dai minimi molto interessanti di area 1,5 euro.
Il titolo potrebbe dare ulteriore soddisfazione non appena supererà la resistenza di area 1,66 euro.

Oltre questo livello Bper Banca potrà performare bene, arrivando a recuperare come resistenza quota 1,85/1,87 euro prima e poi orientarsi verso area 1,95 euro

Il titolo non deve assolutamente scendere sotto il supporto di 1,5 euro, perchè in tal caso la situazione potrebbe peggiorare, con primo approdo in area 1,4 euro.

Poste Italiane sta tentando di riportarsi sopra quota 9 euro. Cosa può dirci di questo titolo?

Buon doppio minimo per Poste Italiane che si trova sopra il supporto molto importante di 8,8 euro.

Se il titolo dai livelli attuali inizierà ad accumulare con genuinità, accompagnato dai volumi potrebbe prendere nuovamente la resistenza dei 9,44 euro per poi puntare a quota 10 euro.

Una volta superata questa soglia Poste Italiane si candiderà a un test di area 10,7 euro.

Brutta giornata ieri per Leonardo che si è allontanato nuovamente da quota 10 euro. Qual è la sua view?

Leonardo è in una tendenza di breve rialzista, ma inizia a faticare e a non superare i 10 euro che potrebbero essere il prezzo target.

Sotto i 9,5 euro il titolo sarà negativo, mentre sopra i 10,5 euro sarà fortemente positivo.

Tendenzialmente si registra una certa stanchezza a livello di indicatori di momentum e quindi è molto probabile che Leonardo tenda a lateralizzare tra i 9,5 e i 10 euro.

Ci sono altri titoli che vuole segnalarci a Piazza Affari?

Uno sguardo a Stellantis per il quale si segnala una pseudo-accumulazione tra i 12,5 e i 13,5 euro.
Il breakout rialzista di quest'ultimo livello potrà far recuperare i 15 euro, mentre sotto i 12,5 euro si aprirà uno scenario un po' più ribassista, con possibili approdi sul supporto di area 11,5 euro.