La seduta odierna prosegue in rialzo per le Borse europee che si muovono in positivo, diversamente da quanto accaduto ieri quando il Ftse100 è rimasto indietro con un frazionale calo dello 0,07%.

Ftse Mib ancora in rialzo, ma ci sono due fattori di incertezza

Quest'oggi tutti i principali mercati del Vecchio Continente viaggiano in rialzo, inclusa Piazza Affari dove il Ftse Mib tocca nuovi massimi dell'anno e si presenta negli ultimi minuti poco sopra i 24.500 punti, con un vantaggio dello 0,39%.

Le Borse europee provano a scrollarsi di dosso quella titubanza che ha segnato la giornata di ieri e che si è manifestata anche a Wall Street, dove i tre indici principali hanno chiuso gli scambi in maniera contrastata.

Da un lato continua a pesare l’incertezza sul timing della ripresa economica in Europa, dove restano in vigore misure restrittive in quasi tutti i principali paesi europei.

Dall’altro il newsflow relativo al crollo dell’hedge fund Archegos ha indebolito la performance del settore bancario.

Ftse Mib: Equita non cambia idea. La view resta costruttiva

Gli analisti di Equita SIM fanno notare che la loro view sui mercati resta comunque costruttiva, anche se nel breve le Borse hanno momentaneamente ritracciato dopo il rally di inizio anno.

La nomina di Draghi e il supporto agli acquisti della BCE migliorano drasticamente il profilo di rischio domestico.

Quanto alle politiche monetarie, la BCE ha ribadito la sua attitudine dovish annunciando un’accelerazione del ritmo degli acquisti del PEPP e ritoccando soltanto lievemente al rialzo le stime relative all’inflazione.

Gli esperti della SIM milanese restano ottimisti sulla ripresa, e ritengono improbabile che gli attuali ritardi sui vaccini in Europa compromettano il rimbalzo della crescita.

Buzzi Unicem da comprare sui fondamentali. Focus su conti 2020

Sulla base dell'analisi fondamentale, gli analisti di Equita SIM suggeriscono l'acquisto di Buzzi Unicem dopo i conti del 2020 diffusi giovedì scorso.

Il gruppo aveva già annunciato a febbratio il dato sul fatturato, sull'ebitda e sulla posizione finanziaria netta.

L'unico dato mancante era l’utile netto che è risultato essere significativamente migliore delle attese grazie a minor oneri finanziari, ad un minor tax rate e ad un maggior contributo dalle società consolidate ad equity.

Il dividendo di Buzzi Unicem è stato alzato dagli 0,15 euro del 2019 a 0,25 euro, e si segnala anche la richiesta di rinnovo del buy-back fino a 7 milioni di azioni o massimi 150 milioni di euro.

Buzzi Unicem: guidance 2021

Quanto alla guidance 2021, il management ha indicato di attendersi un EBITDA recurring 2021 in calo su base annua, scontando uno scenario complessivo di leggera crescita dei volumi e dei prezzi a fronte di una dinamica dei costi e dei cambi negativa.

In particolare, sono attesi negli Stati Uniti volumi e prezzi in leggera crescita con EBITDA in valuta locale che ritorna sui livelli del 2019.

In Italia sono previsti volumi e prezzi in miglioramento e in Europa centrale volumi in leggero calo con prezzi in aumento.

Buzzi Unicem: Equita rivede stime. Ecco perchè è da comprare ora

Sulla base di queste indicazioni, gli analisti di Equita SIM hanno confermato le stime per il 2021 e il 2022 a livello operativo, mentre hanno alzato del 5% quelle riferite all’utile netto 2021-2022, scontando un minor tax rate in coerenza con le indicazioni fornite dalla società.

Per gli esperti Buzzi Unicem merita una raccomandazione "buy" con un prezzo obiettivo alzato dell'1% a 27,1 euro.

Buzzi Unicem è ben posizionata per beneficiare degli investimenti infrastrutturali, centrali nel Recovery Fund europeo e in Messico e in discussione negli Stati Uniti.

La solida struttura finanziaria del gruppo offre diverse opzionalità, quali M&A e/o miglioramento della politica di remunerazione degli azionisti.
Infine, Buzzi Unicem tratta a multipli attraenti, a sconto del 15% rispetto alla media degli ultimi 5 anni.