Di seguito riportiamo un'intervista realizzata a Enrico Malverti, Quant Analyst Ematrend SRL, con domande sull'indice Ftse Mib e su alcune blue chips.

Il Ftse Mib è tornato a perdere terreno dopo aver superato per poco area 28.000. Quali i possibili scenari ora?

Il Ftse Mib ha sovraperformato sia il Dax tedesco, sia soprattutto i mercati americani.
Arrivato alla soglia dei 28.000 punti, l’ipercomprato di breve si è fatto sentire e sono scattate prese di profitto.

La prossima settimana sarà indicativa dell’umore delle mani forti: i volumi torneranno ad essere quelli soliti e si capiranno meglio le intenzioni degli operatori che al momento sono preoccupati dal rialzo dei tassi americani che si sta ripercuotendo soprattutto sui titoli tecnologici.

Cosa può dirci in merito al recente andamento di ENI e Saipem e quali strategie ci può suggerire per entrambi?

ENI è ottimamente impostata ed è riuscita a riportarsi sui massimi di novembre, con un’ottima chiusura di settimana che fa ben sperare per un prossimo superamento dei 13 euro.
ENI credo sia uno dei titoli su cui puntare anche in ottica di medio periodo per questo 2022.

Più complicato il quadro tecnico di Saipem che in scia all’andamento rialzista del petrolio dovrebbe poter raggiungere i 2 euro, prova del fuoco importante perché è un livello di resistenza che non sarà facile da superare.

Come valuta l’attuale impostazione di Azimut e FinecoBank e quali indicazioni ci può fornire per questi due titoli?

Azimut è un titolo che ha una buona impostazione tecnica e da cui mi aspetto un target a 26 euro nelle prossime sedute, salvo che le Borse non inizino una fase di downtrend. Il primo supporto da monitorare è a 24 euro.

Finecobank fatica di più di Azimut ed è ancora inserita in un canale di massimi discendenti che necessita il superamento di 16,33 euro per invertire la tendenza.
Rimarrei quindi più neutrale su Finecobank rispetto ad Azimut.

In ottica difensiva consiglierebbe di puntare su due temi come Enel e Snam? Quali i livelli da tenere d’occhio?

Enel ha messo a segno un gran bel rally tra dicembre ed inizio gennaio ed ora sta stornando.
Temo il titolo possa tornare a 6,75 euro, non mi sembra quindi una scelta azzeccatissima in ottica difensiva.

Anche Snam sta stornando, ma a 5,12 euro ha un buon supporto da cui mi aspetto un recupero maggiore.

Quali sono i titoli che sta seguendo con più interesse in questa fase di mercato? A quali consiglia di guardare ora?

I titoli da seguire con maggiore interesse sono: Stellantis, Ferrari, Azimut, Intesa Sanpaolo, Unicredit, Unipol, ENI e Autogrill.
Manterrei un occhio in particolare sul comparto bancario che si sta comportando molto bene anche a livello europeo.