Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Massimiliano De Marco, analista tecnico di Robotrend.com, con domande sull'indice Ftse Mib e su alcune blue chips.

Il Ftse Mib ha continuato ad arretrare, scendendo anche al di sotto di area 27.000. Si aspetta ulteriori cali nel breve?

Il reverse di questa settimana ha carattere decisamente impulsivo, ed il punto è capire quale parte di salita si appresta a correggere il Ftse Mib.

I livelli di supporto più interessanti sono a 26.700 punti e soprattutto a 26.250 punti: cedere quest’ultimo ci vedrebbe in una macro correzione che avrebbe come target 24.000 punti di Ftse Mib.

Al rialzo, l'area dei 27.400-27.550 dovrebbe contenere tentativi di rimbalzo che mi aspetterei nel brevissimo.

Qual è il suo giudizio su due bancari come Unicredit e Intesa Sanpaolo? Quali strategie ci può suggerire per entrambi?

Il grafico daily di Unicredit rimarrà rialzista fino alla rottura dei 10,45 euro, dove passa la trendline che ha sostenuto il rialzo fin dallo scorso anno, e nel mezzo troviamo un altro possibile supporto a 10,80 euro.
Al contrario area 11,40 euro è il livello che segnalerebbe la ripresa della marcia verso nuovi massimi locali.

Intesa Sanpaolo è indirizzata ad un test del minimo locale a 2,13 euro, ma è plausibile aspettarsi prima una chiusura del gap creato due giorni fa a 2,36 euro.

Cosa può dirci in merito al recente andamento di Enel e Snam? Valuterebbe un acquisto di questi due titoli?

Snam sembra interessante tra 4,84-4,90 euro, con 4,66 euro livello da non violare per mantenere un’impostazione rialzista di medio termine.

Per Enel, invece, un passaggio sotto 6,56 euro creerebbe una struttura ribassista di medo termine, certificando il cambio di trend dopo il massimo fatto segnare ad inizio anno: si aprirebbero, al netto di rimbalzi temporanei, le porte verso prezzi sotto i 6 euro.

Quali sono i titoli che sta seguendo più da vicino in questa fase di mercato? A quali consiglia di guardare ora?

Faccio fatica a trovare occasioni invitanti sul medio periodo, aspettandomi per l’indice Ftse Mib nel complesso prezzi più bassi degli attuali. Starei alla finestra con mordi e fuggi di brevissimo in caso di rimbalzi.