Ftse Mib: i target del rialzo. Enel, Unicredit e Intesa buy?

Il Ftse Mib è prossimo ad una resistenza, superata la quale si aprirà spazi di crescita verso nuovi top dell'anno. La view di Sante Pellegrino.

Image

Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Sante Pellegrino, trader indipendente, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e in particolare di Piazza Affari.

Il Ftse Mib si è riportato sopra quota 27.000 punti: nel mirino ora i massimi dell'anno?

C'è finalmente una base di appoggio solida per il Ftse Mib: il supporto dei 26.000 punti risulta consolidato e portante.

Il rimbalzo c'è stato e ha permesso la chiusura del gap aperto alla fine di novembre sull'onda del panico alimentato dalla variante Omicron.

Tutto è rientrato almeno per il momento, ma il Ftse Mib deve superare i 27.300 punti per dichiararsi completamente fuori dal ribasso visto sul finire di novembre. 

Proprio oggi c'è una scadenza ciclica e questo è di buon auspicio per il rally di Natale, visto che il rialzo del Ftse Mib dovrebbe andare avanti, ancor più dopo la conferma del superamento della resistenza a 27.325 punti.

Oltre questo livello l'indice salirà ancora verso i massimi dell'anno, con probabile avvistamento di nuovi top a 28.100 e a 28.500 punti.

Qual è il suo giudizio su due bancari come Unicredit e Intesa Sanpaolo e quali strategie ci può suggerire per entrambi?

Intesa Sanpaolo a 2,29 euro andrà a chiudere un gap e una volta superata questa barriera potrà salire ancora e andare a colmare un altro gap a 2,38 euro. Rimaniamo guardinghi perchè torneremo fortemente rialzisti solo sopra la resistenza dei 2,45 euro.

Su Unicredit la view è fortemente positiva perchè sono stati recuperati molto bene dei livelli di swing importantissimi. Siamo ad un passo da uno swing che potrebbe rendere il titolo molto rialzista e mi riferisco alla resistenza a 11,8 euro.

Sopra questo livello Unicredit punterà a nuovi massimi di periodo e non è escluso che possa spingersi fino all'area dei 12,9/13 euro. 

Per far sì che ciò avvenga e che si vada così a chiudere il gap storico del 2020, sarà necesario superare lo scoglio dei 12,32 euro.

STM ieri ha vissuto una seduta euforica che lo ha portato in cima al Ftse Mib. Qual è la sua view su questo titolo?

STM ieri ha superato anche la resistenza dei 44,3 euro e la conferma al di sopra di tale soglia vedrà il titolo puntare a nuovi top di periodo sopra i 46 euro.

Enel ieri ha mostrato meno forza del Ftse Mib. Cosa può dirci di questo titolo?

Enel ha dato vita ad un recupero importane dagli ultimi minimi, ma deve superare la zona dei 6,9 euro per dichiararci abbastanza rialzista e andare incontro alla prima resistenza a 7,19 euro. Oltre questo livello la view sarà fortemente rialzista per Enel.

Ci sono altri titoli che vuole segnalarci a Piazza Affari?

Uno sguardo a Nexi che ieri ha brillato e ora è alle prese con la resistenza dei 14,5 euro. Oltre questo livello il titolo metterà nel mirino l'ostacolo dei 15,5 euro, violato il quale si aprirà spazi verso i 16,5 euro prima e i 17,6 euro in seguito.