Ftse Mib: si apre una nuova fase. ENI, Enel e Saipem buy?

Il Ftse Mib ha superato una resistenza di un certo rilievo e si candida ora ad allunghi importanti. La view di Sante Pellegrino.

Image

Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Sante Pellegrino, trader indipendente, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e in particolare di Piazza Affari.

Il Ftse Mib sta allungando ancora il passo, riducendo la distanza dai massimi dell'anno. Si salirà ancora nel breve?

Quella di ieri è stata una seduta molto importante, perchè è stata il primo giorno di cambio ciclico per i mercati azionari.

Il Ftse Mib lo sta affrontando con lo spirito giusto, mantenendosi al di sopra dei 27.000 punti che sono una resistenza di un certo rilievo.

La riconquista della soglia appena indicata vuol dire per l'indice aver chiuso quella fase di vendite iniziata a novembre.

Ora il Ftse Mib, sull'onda dei nuovi massimi segnati a Wall Street, potrebbe spingersi oltre i 27.500 punti, con allunghi fino ai 28.150 punti prima e ai 28.500 punti in seguito.

Sarà cruciale che l'indice si mantenga al di sopra dei 26.500 punti, visto che una violazione di tale soglia riporterà in un limbo ribassista.

Cosa può dirci dell'attuale impostazione di ENI e Saipem e quali strategie ci può suggerire per entrambi?

Per ENI segnaliamo un importante allungo sopra la resistenza dei 12,2 euro e ora bisognerà intercettare la seconda in area 12,6 euro, per un rialzo successivo fino a 13 euro.

Il titolo non deve scendere assolutamente sotto i 12,25/12,15 euro, perchè altrimenti ENI potrebbe provare a chiudere i gap lasciati aperti a 11,75 e a 11,5 euro.

Ottima giornata ieri per Saipem che ha ricevuto un bello sprint dal petrolio. Il titolo sta provando a superare l'importante resistenza a 1,87 euro, per poi allungare fino ai 2 euro, con ostacolo intermedio a 1,92/1,93 euro.

Dai 2 euro in poi è atteso un allungo più ampio per Saipem che potrebbe estendere la salita fino ad area 2,2 euro. Sarà importante che il titolo non scenda sotto 1,76 euro perchè in tal caso potrebbe andare a vedere minimi più bassi.

Enel si è riportato poco sopra area 7 euro. C'è ancora spazio al rialzo per questo titolo?

Buon allungo sopra la resistenza dei 7 euro per Enel e a questo punto è doveroso andare a chiudere lasciati aperti a 7,12 euro, in corrispondenza di uno swing fondamentale.

Il superamento di questo ostacolo potrà spingere Enel vero i 7,35 e i 7,5 euro, per poi andare a testare la resistenza dei 7,6 euro.

Al ribasso da segnalare il supporto di 6,72 euro, la cui rottura porterà ad ulteriore negatività.

Quali strategie ci può suggerire per due industriali come Leonardo e CNH Industrial?

Per Leonardo si fa sentire la resistenza dei 6,35/6,37 euro, ma siamo tutto sommato positivi e sopra i 6,37 euro si potrà salire fino alla prossima resistenza a 6,75 euro.

Il titolo non dovrà scendere sotto il livello di supporto dei 6 euro, pena un indebolimento della struttura.  

Ottima esplosione di volatilità rialzista per CNH Industrial che si trova sotto resistenza, visto che i 17,2/17,3 euro sono due nuovi massimi storici.

Il titolo dovrà superare questo ostacolo per toccare nuovi top di sempre a 17,85 euro prima e poi a 19,45 euro. CNH Industrial non deve scendere sotto il supporto dei 15,97 euro, per scongiurare allunghi ribassisti fino ai 14,7 euro.