Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Sante Pellegrino, trader indipendente, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e in particolare di Piazza Affari.

Il Ftse Mib continua ad allungare il passo dall'inizio della seconda decade di maggio. Il movimento in atto può proseguire?

Siamo entrati in una nuova fase ciclica che parte con il piede giusto, visto che c'è positività sul mercato.

Il future sul Ftse Mib con scadenza giugno potrebbe trovare qualche difficoltà in area 24.150/24.200 che è la prima resistenza di rilievo.

Il superamento di questa zona di prezzo potrà aprire degli scenari rialzisti, con il recupero di quota 25.000 punti prima e poi di area 26.000.

La nostra view su Piazza Affari tornerà negativa solo con un ritorno del future sul Ftse Mib sotto quota 22.800 punti.

Cosa può dirci in merito al recente andamento di ENI e Saipem e quali strategie ci può suggerire per entrambi?

ENI ha un'impostazione positiva, presentandosi sopra alcune resistenze importanti tra cui quella dei 13,88 euro.

Il titolo può allungare ora fino all'ostacolo dei 14,5 euro, dove bisognerà prestare molta attenzione, perchè si troverà di fronte ad una resistenza storica.

Solo il superamento dei 14,5 euro segnerebbe una vera fase rialzista per ENI che potrebbe toccare nuovi massimi, mentre sotto i 13,3/13 euro la view tornerà ribassista.

Quanto a Saipem, abbiamo una buona probabilità di superare gli swing di area 1,25 euro. Il titolo però è poco brillante sulla scia delle pessime notizie venute fuori nei mesi scorsi sui conti del gruppo.

Solo il superamento di 1,25/1,32 euro aprirà le porte a un rimbalzo che può arrivare a 1,5 euro prima e a 1,87 euro dopo.

Serviranno però molta volatilità e volumi consistenti, mentre la view tornerà negativa in caso di discesa di Saipem soto quota 1,05 euro.

STM è stato tra i migliori del Ftse Mib ieri. Cosa può dirci di questo titolo?

STM ha creato una base di supporto intorno ai 35 euro, da cui ha rimbalzato e ora deve fare i conti con la resistenza dei 41/41,25 euro.
Oltre questo livello saremo rialzisti fino allo swing dei 42,5 euro prima e in seguito dei 43,75 euro.

Nexi ieri ha chiuso in rally dopo i forti cali delle sessioni precedenti. Che fare con questo titolo ora?

Ottima opportunità di breakout al rialzo per Nexi che si trova però sotto resistenza e deve superare i 9,25/9,35 euro per spingersi più in alto fino a quota 11 euro.
Segnali negativi per Nexi si avranno in caso di discese sotto quota 8,8 euro.

Ci sono altri titoli che vuole segnalarci a Piazza Affari?

Uno sguardo a Campari che trova resistenza intorno a 10,3 euro e dovrà superare questa soglia per spingersi a quota 11 euro.
Fino a quando il titolo si manterrà al di sopra di area 9,5 euro la view resterà positiva.