Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Gianluigi Raimondi, Gianluigi Raimondi Direttore ITForum.it e responsabile Bluerating Mercati (gruppo Bfc Media) con domande sull'indice Ftse Mib e su alcune blue chips.

Il Ftse Mib sta vivendo una brutta seduta che lo ha visto scendere anche poco sotto i 26.000 punti. Quali le attese nel breve?

Il Ftse Mib ha confermato il downtrend dopo il mancato superamento di quota 28.000 punti e ha incrociato al ribasso a quota 27.400 la media mobile a 21 sedute e oggi quella a 50 sedute a 26.635 punti.

La tenuta dei 26.000 punti e la possibile formazione di uno spinning bottom, potrebbe comportare un ritorno del Ftse Mib al di sopra dei 26.500 punti.

Se rientreranno i timori delle ultime ore, l'indice potrebbe salire prima a 26.635 punti, dove transita la media mobile a 50 sedute, e poi a 26.800 e a 27.000 punti.

Sotto area 26.000 invece il Ftse Mib scenderà verso i 25.595 punti prima e poi fino ai 25.275 e ai 25.000 punti.
La mia idea è che questo sell-off possa essere anche un'occasione per comprare a prezzi abbastanza da saldo, ma interventi in tal senso saranno da leggere come operazioni speculative con rigidi stop loss da rispettare.

ENI e Saipem oggi crollano, appesantiti anche dall'affondo del petrolio. Che fare con questi due titoli ora?

ENI sta facendo un movimento analogo a quello del Ftse Mib e l'eventuale conferma della tenuta di quota 11,5 euro potrebbe favorire un recupero dei corsi verso quota 12 euro prima e poi fino a 12,47 euro.
Sotto quota 11,5 euro per ENI possiamo indicare degli obiettivi a 11,25 euro e a 11 euro.

Saipem è impostato meno bene di ENI e in caso di recupero del Ftse Mib, ci potrebbe essere una chiusura del gap ribassista aperto oggi a 1,86 euro e poi un ritorno al di sopra di quota 1,91 euro verso 1,95 euro.
Sotto il minimi di oggi a 1,724 euro, per Saipem possiamo indicare degli obiettivi a 1,625/1,6 euro. 

Telecom Italia anche oggi si mette in evidenza sul Ftse Mib. Qual è la sua view su questo titolo?

Dal punto di vista tecnico, per Telecom Italia solo la conferma del superato di quota 0,5 euro potrebbe far proseguire l'uptrend, con obiettivi a 0,51 euro prima e poi a 0,52/0,525 euro, con stop loss molto rigido da posizionare a 0,464 euro.

Ci sono dei titoli che vuole segnalarci a Piazza Affari?

Segnalo Diasorin che oggi vola in controtendenza, dopo aver incrociato al rialzo le medie mobili a 21 e a 50 sedute, rispettivamente a 187 e a 185,45 euro.

Oltre quota 192 dollari gli obiettivi sarebbero a 200 euro prima e poi a 206 euro, con stop loss molto rigido a quota 180 euro.

L'oro sta provando a riposizionarsi sopra quota 1.800 dollari visto il sentiment negativo sui mercati. Cosa può dirci di questo asset?

L'oro si sta muovendo in controtendenza, beneficiando di un rimbalzo tecnico in scia alla correzione dell'azionario che alimenta la ricerca di beni rifugio.

Il gold ha rimbalzato da quota 1.790 dollari, dove transita il supporto dinamico ascendente di medio termine, nonchè la media mobile a 50 periodi.

L'oro è tornato sopra i 1.800 dollari e ora punta al test della resistenza statica di medio-lungo termine a 1.831 dollari, oltre cui potrebbe spingersi verso i 1.850 e i 1.880 dollari, con stop loss a 1.790 dollari.