Ftse Mib: rimbalzo del gatto morto?

Il Ftse Mib reagisce dopo la flessione di ieri, ma non è ancora al sicuro.

Dopo il calo di ieri, le Borse europee sono tornate subito a recuperare terreno, chiudendo gli scambi in salita oggi.

Il Ftse100 si è fermato appena sopra la parità, con un frazionale rialzo dello 0,03%, mentre il Cac40 e il Dax si sono apprezzati rispettivamente dello 0,29% e dello 0,46%.

Bene anche Piazza Affari, che ha visto il Ftse Mib terminare le contrattazioni a 34.480 punti, con un vantaggio dello 0,45%, dopo aver segnato nell’intraday un massimo a 34.484 e un minimo a 34.282 punti.

Ftse Mib: un rimbalzo non del tutto convincente

Dopo l’arretramento partito dai nuovi massimi di periodo toccati ieri in area 34.900, il Ftse Mib ha trovato supporto in area 34.300, rimbalzando verso quota 34.500 punti.

Il recupero di oggi non è sufficiente a scongiurare il rischio di nuove flessioni che potrebbero materializzarsi da subito in caso di mancato superamento dei 34.500 punti.

Al ribasso il primo supporto da monitorare è in area 34.300/34.200 sotto cui la discesa proseguirà verso la soglia psicologica dei 34.000 punti.

L’abbandono anche di questo livello favorirà ulteriori ripiegamenti verso i 33.800 e i 33.500 punti, con proiezioni successive a 33.200 e a 33.000 punti.

Solo con un ritorno sopra i 34.500 punti il Ftse Mib potrà tentare un recupero verso i 34.800 punti prima e in seguito in direzione dei 34.900/35.000 punti.

Al di sopra di tale soglia il rialzo troverà terreno fertile, con possibili approdi in area 34.500 in prima battuta.

I market movers negli Stati Uniti

Per la prossima seduta, sul fronte macro USA si segnalano le nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero salire da 210mila a 214mila unità.

Per la bilancia commerciale di febbraio si prevede un deficit in riduzione da 67,4 a 66,5 miliardi di euro.

I dati macro e gli eventi in Europa

In Europa si conoscerà il dato finale dell’indice PMI composito che a marzo dovrebbe salire da 49,2 a 49,9 punti, mentre l’indice PMI servizi è atteso in rialzo da 50,2 a 51,1 punti.

I prezzi alla produzione a febbraio dovrebbero mostrare una variazione negativa dello 0,5% dopo la flessione dello 0,9% precedente.

In Germania il dato finale dell’indice PMI servizi a marzo è atteso a 49,8 punti e lo stesso dato in Francia dovrebbe attestarsi a 47,8 punti, mentre in Italia dovrebbe calare da 53,2 a 52,2 punti.

A metà seduta è attesa la pubblicazione dei verbali dell’ultima riunione della BCE del 6 e 7 marzo scorsi.

Da seguire in Francia l’asta dei titoli di Stato con scadenza nel 2033, 2039, 2055 e 2060 per un ammontare compreso tra 11 e 12,5 miliardi di euro.

I titoli e i temi da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari da seguire Esautomotion che presenterà i risultati dell’esercizio 2023.

Davide Pantaleo
Davide Pantaleo
Davide Pantaleo da quasi un ventennio si occupa di Borsa e Finanza. Dopo aver svolto per diversi anni l'attività di promotore finanziario in Italia e all'estero, nel 2005 entra nel team di Trend-online con l'incarico di redattore.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate