Ribassisti ancora pesantemente all'attacco su Nexi che anche oggi sta vivendo una seduta estremamente negativa.

Nexi sprofonda per la quinta seduta di fila

Dopo aver archiviato la giornata di venerdì scorso con un tonfo di quasi sette punti percentuali, il titolo oggi sta proponendo un copione simile, scendendo per la quinta seduta di fila.

Negli ultimi minuti Nexi si presenta a 7,576 euro, con un crollo del 7,16% e forti volumi di scambio, visto che fino a ora sono transitate sul mercato oltre 4,6 milioni di azioni, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 3,3 milioni.

Nexi tocca nuovi minimi storici

Nel corso della seduta il titolo ha segnato un bottom a 7,47 euro, toccando nuovi minimi storici dopo il precedente a 7,831 euro che risale al 2 maggio 2019.

Nexi continua a rotolare a Piazza Affari senza trovare alcun supporto nelle indiscrezioni di stampa.  

Nexi: rumor su cessione divisione Capital Markerts

Secondo Il Sole 24 Ore, Nexi potrebbe cedere ad Euronext la divisione Capital Markets, un business già indicato come non core e presente nel portafoglio SIA che riguarda fra le altre cose, un trading engine per i mercati primari e secondari fixed income e servizi di bookbuilding per le IPO.

Gli analisti di Equita SIM evidenziano che il prezzo indicato è di circa 60 milioni di euro ed è coerente con le loro attese.

Nexi: la view di Equita SIM e di Banca Akros

Non cambia intanto la view della SIM milanese che su Nexi mantiene fermo il rating "buy" con un prezzo obiettivo a 16 euro, valore che implica un potenziale di upside di oltre il 110% rispetto alle quotazioni correnti a Piazza Affari.

A scommettere su Nexi è anche Banca Akros che a inizio mese ha reiterato la raccomandazione "buy" con un target price a 16 euro.

Gli esperti hanno confermato la loro strategia bullish sul titolo dopo l'accordo relativo alla costituzione di una partnership strategia di lungo termine tra Nexi, Bper Banca e Banco di Sardegna.