Ftse Mib calerà ancora nel breve. Eur/Usd e Oro buy adesso?

Il Ftse Mib è in una fase di stasi che potrebbe vedere le quotazioni scivolare più in basso. L'analisi di Antonello Marceddu.

Image

Di seguito riportiamo l'intervista realizzata ad Antonello Marceddu, trader indipendente, al quale abbiamo rivolto alcune domande sui principali indici azionari, con una particolare attenzione rivolta a Piazza Affari.

Il Ftse Mib continua a rimanere preda dell'incertezza, senza riuscire a dare vita a rimbalzi credibili e duraturi. Cosa aspettarsi?

Il Ftse Mib ha colmato il famoso gap del 27 luglio di cui ho parlato nelle interviste precedenti e ora non ci sono altri gap da chiudere al ribasso.

Una prima indicazione per l'indice giunge dal rapporto di volatilità che è su livelli decisamente bassi.

Questo è un segno che il mercato probabilmente attende in primis il verdetto odierno della BCE e poi l'esito delle elezioni politiche del 25 settembre, senza dimenticare il meeting della Fed.

Settembre è un mese carico di appuntamenti che potranno condizionare l'andamento di Piazza Affari e degli altri mercati azionari in una direzione o nell'altra.

Per il Ftse Mib mi aspetto ancora una fase lateral-ribassista, considerando che elementi che possono indicare dei rimbalzi al momento sono pochi e per nulla convincenti.

Compra, vendi e conserva crypto in maniera regolamentata e sicura. Investi in crypto attraverso ETP: Bitcoin, Ethereum & co. sono custoditi in cold wallet da istituti regolamentati e tenuti al sicuro dalla banca depositaria.

Con investimenti o piani di risparmio a partire da 1 €, puoi immergerti nella famiglia Bitcoin, Ethereum e Solana e molte altre criptovalute.

Con la promozione Scalable tutti i nuovi clienti che apriranno un conto, riceveranno gratuitamente un’azione o un Etf sostenibile.

Ulteriori informazioni sono disponibili qui.

Siamo in una fase di stasi che potrebbe portare l'indice verso i 21.000 punti nel breve, sotto cui farei attenzione ad area 20.700.

Sarà questo l'ultimo baluardo da difendere per evitare un ritorno del Ftse Mib sui minimi dell'anno toccati a luglio in area 20.400.

Guardando il grafico c'è poco da stare allegri, per quanto non darei per scontato un ritorno sul bottom dei 20.400 punti, mentre ritengo più probabile un tet dei 21.000 punti o poco sotto.

L'euro-dollaro ha risalito la china in attesa dell'annuncio della BCE sui tassi. Quali i possibili scenari nel breve?

L'euro-dollaro è rimasto per diverse sedute sotto la parità, scendendo anche sotto quota 0,99 per poi avviare un recupero.

Il cross ha trovato un valido supporto intorno ad area 0,99 che per ora sembra reggere come supporto.

Il focus ora è sul meeting odierno della BCE e in attesa di vedere cosa ne verrà fuori, in teoria vedrei l'euro-dollaro impostato per un recupero.

Con una conferma sopra 0,995 euro le quotazioni potranno mettere nuovamente sotto pressione la parità, con successivi allunghi verso 1,005.

Se l'euro-dollaro non dovesse riuscire però a scavalcare la parità sarà destinato a tornare indietro, con primo approdo a quota 0,995 e discesa successiva fino a 0,99/0,988.

L'oro sta reagendo nuovamente dopo aver messo sotto pressione quota 1.700 dollari. Cosa può dirci di questo asset?  

L'oro ha indubbiamente una valida zona di supporto a 1.700 dollari e ancor più intorno ai 1.680 dollari.La tenuta di questi livelli potrà favorire una risalita verso i massimi di martedì scorso in area 1.726/1.727 dollari.

Se il test di questo livello dovesse fallire si potrebbe avere un ritorno verso il basso fino a 1.700 dollari prima e poi in direzione dei minimi di periodo intorno ai 1.680 dollari.

Sopra i 1.726/1.727 dollari il gold potrà allungare verso i 1.740/1.750 dollari, con target successivo a 1.760/1.780 dollari.