Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Gianluigi Raimondi, Gianluigi Raimondi Direttore ITForum.it e responsabile Bluerating Mercati (gruppo Bfc Media) con domande sull'indice Ftse Mib e su alcune blue chips.

Il Ftse Mib sta allungando il passo in direzione dei massimi dell'anno. Quali le sue aspettative nel breve?

Con il superamento in mattinata della resistenza statica in area 26.300, il Ftse Mib ha buone chance per allungare il passo verso il massimo dell'anno segnato lo scorso 13 agosto a 26.690 punti.

A mio giudizio questo top sarà oltrepassato e aggiornato vista la situazione dei principali indicatori e oscillatori tecnici, ancora abbastanza distanti dalla zona di ipercomprato.

Oltre i massimi dell'anno il Ftse Mib punterà prima a 27.150 punti e poi a 27.300 punti, con proiezione successiva a 27.450 punti.
Per il Ftse Mib segnalo un rigido stop loss in area 26.300 in ottica di breve termine.

Tenaris oggi spicca sul Ftse Mib, ma si muove in positivo anche Saipem. Cosa può dirci di questi due titoli?

Tenaris si sta avvicinando al test della resistenza statica di medio termine in area 10 euro.

Il superamento di questo ostacolo, al mio avviso credibile, aprirà le porte ad un allungo di Tenaris verso i top di gennaio 2020 a quota 10,35 euro, raggiunti i quali sarà probabile una fase di consolidamento.
Chi volesse acquistare Tenaris dovrà avere cura di fissare uno stop loss sotto i 9,5 euro.

Saipem sta tentando di oltrepassare a quota 2,25 euro una resistenza statica di medio termine e oltre questo livello gli obiettivi diventerebbero 2,37/2,4 euro prima e poi 2,45/2,5 euro.

Un acquisto del titolo andrà corredato da uno stop loss molto rigido sotto quota 2,15 euro, livello dove passa il supporto ascendente di breve periodo. 

Stellantis si è riportato sopra quota 17 euro. Valuterebbe un acquisto del titolo ora?

Stellantis stenta a tornare stabilmente al di sopra della trendline ascendente di medio-lungo termine a 17 euro, dove transita la media mobile a 50 sedute.

Se sarà confermato il superamento di questo livello, il titolo potrebbe invertire al rialzo la rotta in modo duraturo, con obiettivi a 17,35 e a 18,25 euro e target successivo sul top di metà a agosto a quota 18,75 euro. 

Ci sono altri titoli che vuole segnalarci a Piazza Affari?

Segnalo Fincantieri che sta confermando la tenuta del supporto statico di medio termine posto a quota 0,685 euro.
Questo può favorire un'inversione rialzista dei target, con successivi target a 0,73 e a 0,75 euro prima e poi a 0,7745 euro, con stop loss sotto quota 0,685 euro. 

Tra le blue chips uno sguardo a Nexi che ha invertito con decisione la rotta ieri e a 16,8 euro ha incrociato la media mobile a 21 sedute e ora si sta avvicinando al test a quota 17,3 euro dell'analoga media a 50 sedute.

Se e solo se sarà confermato il superamento anche di questo ostacolo, allora potremo assistere alla formazione di un movimento a V, con obiettivo sulla resistenza statica di medio termine a quota 18,35 euro.