Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Sante Pellegrino, trader indipendente, al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'attuale situazione dei mercati e in particolare di Piazza Affari.

Il Ftse Mib fatica a recuperare dopo i recenti cali: quali i possibili scenari ora?

Il Ftse Mib avvia un nuovo ciclo e ciò avviene in concomitanza con il nuovo future sull'indice con scadenza settembre 2021 che darà l'impronta al movimento estivo.

Il roll-over purtroppo non è stato positivo, con il future sul Ftse Mib che ha aperto in gap-down sotto la resistenza dei 25.550 punti.

Questo è un segnale negativo, ma c'è un tentativo di recupero, visto che è stato il supporto in area 24.780 punti da cui è partito un rimbalzo, ma al momento le quotazioni restano sotto la resistenza dei 25.550 punti.

A questo punto è importante superare i vecchi massimi a 25.960 punti per ritrovarsi nuovamente positivo, mentre sotto i 24.800 punti il future sul Ftse Mib sarà negativo, con il rischio di flessioni fino al supporto di area 23.750.

Nel breve confermo la mia view negativa a Piazza Affari perchè a mio avviso il peggio deve ancora venire e la vera negatività deve ancora iniziare.

Cosa può dirci in merito al recente andamento del Dax e dell'S&P500? Quali le sue attese nel breve?

Per il Dax è importante la resistenza dei 15.680 punti che ha mantenuto l'indice compromesso verso il ribasso.
Sopra i 15.880 punti avremo una view positiva sull'indice tedesco, mentre sotto i 15.680 punti l'obiettivo sarà quello di scendere verso i 15.300 punti prima e in seguito verso il supporto dei 14.900 punti.

L'S&P500 si è riportato sopra la resistenza dei 4.230 punti e l'obiettivo ora è superare i 4.280 punti per andare ancora al rialzo.
In alternativa l'indice scenderà vero il supporto già testato a 4.140 punti, rotto il quale il target sarà a 4.055 punti.

Banco BPM e Bper Banca ieri sono stati i peggiori tra i bancari: cosa può dirci di questi due titoli?

Banco BPM ha innestato la retromarcia dopo aver raggiunto la zona di resistenza a 3,05/3,07 euro ed è sceso sotto lo swing a 3,02 euro.

A questo punto il titolo è negativo e pare destinato a scendere verso i 2,79/2,75 euro, sotto cui arretrerà fino ai 2,6 euro e addirittura fino ai 2,5 euro nel peggiore dei casi.
Solo con ritorni sopra i 3,03 e i 3,08 euro Banco BPM riprenderà la via di guadagni.

Bper Banca ha abbandonato quota 1,95 euro e questo è un segnale negativo che apre le porte ad un ribasso fino a 1,8 euro.
L'unico motivo per andare al rialzo è attendere una risalita dei corsi sopra i 2,18 euro.

Cosa può dirci in merito al recente andamento di Stellantis e CNH Industrial e quali strategie ci può suggerire per entrambi?    

CNH Industrial ha toccato il supporto dei 13,3 euro e dovrà mantenersi sopra questa soglia

CNH Industrial è sceso a toccare il supporto importante a 13,3 euro, soglia di prezzo che dovrà necessariamente difendere se vorrà rimanere in una zona di salvezza.
Sotto i 13,3 euro il titolo potrebbe scendere verso i 12 euro prima e gli 11 euro in seguito.

Stellantis tenta il recupero dopo la negatività, ma manca la violazione dei 17,5 euro per tornare positivi.

Sopra i 17,5 euro il titolo punterà in primis ai 17,94 euro, per poi ricercare spazi di crescita fino ad area 20 euro.
Negatività in caso di discesa di Stellantis sotto il supporto dei 15,2 euro.

Ci sono altri titoli che vuole segnalarci a Piazza Affari?

Sto seguendo Poste Italiane che sotto il supporto degli 11,43 euro è negativo e rischia una discesa fino al sostegno a 10,97 euro, mentre l'unico motivo per andare al rialzo è un superamento verso l'alto dei 12,21 euro.