Petrolio: chiusura in rialzo ieri per le quotazioni dell'oro nero che sono salite dell'1% a 60,06 dollari, fermandosi sopra i 60 dollari per la prima volta da gennaio 2020.

Wall Street: chiusura contrastata ieri per la piazza azionaria americana dove il Dow Jones è salito dello 0,2% e l'S&P500 è sceso dello 0,06%, mentre il Nasdaq Composite si è fermato a 14.047,5 punti, in flessione dello 0,34%.

I dati macro e le trimestrali Usa

Dati Macro ed Eventi Usa: oltre all'indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari oggi si conosceranno i prezzi alla produzione che a gennaio dovrebbero salire dallo 0,3% allo 0,4%, mentre la versione "core" è vista in aumento dallo 0,1% allo 0,2%.

Per le vendite al dettaglio di gennaio si prevede una variazione positiva dello 0,7% dopo il calo dello 0,7% precedente, mentre al netto della componente auto si stima un incremento dello 0,8% dopo la flessione dell'1,4% di dicembre. 

La produzione industriale a gennaio è vista in positivo dello 0,4%, in frenata rispetto all'1,6% precedente, mentre la capacità di utilizzo degli impianti dovrebbe salire dal 74,5% al 74,8%.

Per l'indice Nahb di febbraio le stime parlano di una lettura invariata a 83 punti, mentre le scorte delle imprese a dicembre dovrebbero salire dello 0,4% dopo il rialzo dello 0,5% precedente.

Due ore prima della chiusura di Wall Street saranno diffusi i verbali dell'ultima riunione della Fed del 26 e 27 gennaio scorsi.

Risultati trimestrali Usa: prima dell'apertura di Wall Street saranno resi noti i conti degli ultimi tre mesi di Analog Devices, con un eps atteso a 1,32 dollari.

A mercati chiusi si guarderà alle trimestrali di Baidu.com e di Shopify che per non deludere le attese dovranno centrare l'obiettivo di un eps pari a 2,61 e a 1,25 dollari.  

Gli aggiornamenti macro in Europa

Dati Macro ed Eventi in Europa: per oggi non sono previsti aggiornamenti macro degni di nota nel Vecchio Continente.

I titoli da seguire a Piazza Affari

Risultati societari a Piazza Affari: a presentare i conti del 2020 saranno oggi Poste Italiane, Banca Farmafactoring, Covivio ed Edison.

Stellantis: da seguire il titolo in vista dei dati sulle immatricolazioni di auto in Europa che saranno diffusi da Acea con riferimento al mese di gennaio.