Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Gianluigi Raimondi, Gianluigi Raimondi Direttore ITForum.it e responsabile Bluerating Mercati (gruppo Bfc Media) con domande sull'indice Ftse Mib e su alcune blue chips.

Il Ftse Mib sta risalendo la china dai minimi dei giorni scorsi: si aspetta nuovi allunghi nelle prossime sedute?

Il Ftse Mib proprio questa mattina ha testato a quota 25.510 punti la media mobile a 21 sedute e oltre questo livello gli obiettivi sarebbero in prima battuta il massimo relativo in area 26.000 e in seguito l'area compresa tra 26.200 e 26.300.

Direi che un ulteriore allungo del Ftse Mib ci sta tutto, Wall Street permettendo, fermo restando che sarà cruciale la tenuta del supporto dinamico ascendente che al momento coincide con la media mobile a 50 giorni, passante a quota 24.950 punti.

Sotto questo livello per il Ftse Mib si profilerebbe un ritracciamento con target a quota 24.000 punti, ma per ora sono positivo su Piazza Affari.

Cosa può dirci in merito al recente andamento di Unicredit e di Intesa Sanpaolo?

Il grafico di Unicredit al momento somiglia molto a quello del Ftse Mib e per confermare il recupero in atto dovrà incrociare al rialzo a quota 10,5 euro la media mobile a 21 giorni.

Oltre il livello appena indicato Unicredit punterà prima a quota 11 euro e poi in area 11,5 euro, con uno stop loss a 10 euro, dove si posiziona attualmente il supporto dinamico ascendente di breve termine.

Scenario analogo per Intesa Sanpaolo che a differenza di Unicredit però ha già oltrepassato la media mobile a 50 giorni a quota 2,37 euro.

Al rialzo i prossimi obiettivi sono individuabili prima 2,5 euro e poi a 3 euro, con stop loss all'eventuale violazione del supporto statico di breve termine posto a quota 2,3 euro.   

Buzzi Unicem oggi svetta sul Ftse Mib: quali indicazioni ci può fornire per il titolo?

Dal punto di vista tecnico, Buzzi Unicem prosegue nel canale ascendente in atto da ottobre scorso e proprio oggi ha incrociato al rialzo le medie mobili a 21 e a 50 giorni, rispettivamente passanti a 23,2 e a 23 euro.

Al rialzo, direi possibile visti il posizionamento degli indicatori e degli oscillatori tecnici, nonchè l'incremento degli scambi, Buzzi Unicem punterà prima ai 24 euro e poi ai 24,7/24,75 euro.

Un acquisto del titolo andrà corredato a mio avviso da uno stop loss sotto il minimo di oggi a quota 22,6 euro.

Mediaset brilla anche oggi dopo il netto rialzo di ieri: cosa può dirci di questo titolo?

Mediaset continua a salire dopo aver presentato le previsioni sulla raccolta pubblicitaria, beneficiando di un colpo di reni.

Dal punto di vista tecnico ha superato l'importante resistenza statica di lungo periodo in area 3 euro e ora punta a nuovi massimi relativi.

I prossimi target per Mediaset li individuo a 3,25 euro prima e poi a 3,4/3,5 euro, con stop loss a quota 2,95 euro, dove transita al momento la media mobile a 20 sedute.

Ci sono altri titoli che vuole segnalarci a Piazza Affari?

Vorrei parlare di Prysmian che prosegue nell'uptrend iniziato a maggio scorso e si sta dirigendo ora verso il top da inizio anno a quota 31 euro.

Oltre questo livello i target saranno individuabili in nuovi massimi storici a 32/32,3 euro.
A chi volesse acquistare Prysmian suggerisco di fissare uno stop loss molto rigido a 30 euro.