Ftse Mib: cruciale la tenuta dei prossimi supporti

Il Ftse Mib ha confermato la debolezza già espressa nelle ultime settimane: nuove vendite in arrivo?

ftse mib attese seduta

Anche l’ultima seduta della settimana si è conclusa in territorio negativo per le Borse europee, che hanno perso tutte terreno.

A fine giornata, il Dax e il Ftse 100 si sono mossi di pari passo, scendendo entrambi dello 0,65%, mentre si è difeso meglio il Cac40 che è calato dello 0,38%.

Ftse Mib ancora in flessione

In rosso anche Piazza Affari, che ha visto il Ftse Mib terminare le contrattazioni a 27.761 punti, con un ribasso dello 0,42%, dopo aver segnato nell’intraday un massimo a 27.800 e un minimo a 27.566 punti.

Negativo anche il bilancio settimanale, visto che nelle ultime cinque sedute l’indice delle blue chip è sceso dell’1,81% rispetto al close del venerdì precedente.

Il Ftse Mib ha tentato un recupero in avvio di settimana, ma è stato fermato dall’area dei 28.500, la cui tenuta ha portato a un ripiegamento dapprima verso la soglia psicologica dei 28.000 punti.

Ceduto questo livello, l’indice è sceso a testare i 27.850 punti, per poi estendere il ribasso in direzione dei 27.500 punti, con successivo recupero verso i 27.750 punti.

Ftse Mib: urge una reazione

Il Ftse Mib ha confermato la debolezza già palesata nelle settimane precedenti e partita dai top dell’anno segnati a inizio mese in area 29.750.

L’indice ha bucato anche la fascia supportiva dei 28.000/27.800 punti, proiettandosi verso il sostegno successivo di area 27.500.

Questa soglia di prezzo ha contenuto per ora la spinta ribassista, ma non vi sono al momento indicazioni sufficienti per credere che ciò possa avvenire anche nelle prossime sedute.

Alto è infatti il rischio di una prosecuzione del ribasso che, al di sotto dei 27.500 punti, vedrà scivolare il Ftse Mib verso i 27.200 e i 27.000 punti.

Con la tenuta di area 27.500 si potrà confidare in un recupero che troverà un primo ostacolo in area 28.000.

Solo con il superamento confermato dei 28.000/28.200 punti il Ftse Mib potrà dare vita a ulteriori rimbalzi in direzione dei 28.500 punti prima e dei 28.800/29.000 punti in seguito.

I rischi al ribasso al momento superano quelli al rialzo e sarà importante vedere come si comporterà il Ftse Mib nel momento in cui si tornerà alla piena operatività, visto che già dalla prossima settimana si dovrebbe assistere a un graduale rientro degli operatori sul mercato.

I market movers negli Stati Uniti

Per la prima seduta della prossima settimana non sono previsti aggiornamenti macro di rilievo negli Stati Uniti.

Sul versante societario, da seguire dopo la chiusura di Wall Street i risultati del secondo trimestre dell’esercizio 2023-2024 di Zoom Video Communications che per non deludere le attese dovrà centrare l’obiettivo di un utile per azione pari a 1,05 dollari,

I dati macro e gli eventi in Europa

In Europa si guarderà alla Germania dove si conosceranno i prezzi alla produzione che a luglio dovrebbero mostrare una variazione negativa dello 0,3%, in linea con la lettura precedente.

Sempre in Germania da seguire l’asta dei titoli di Stato con scadenza agosto 2024 per un ammontare massimo di 4 miliardi di euro.