Chiusura di settimana debole per Generali che ieri ha vissuto una seduta speculare a quella della vigilia.

Generali cala prima del week-end

Dopo aver guadagnato circa mezzo punto percentuale giovedì, il titolo è tornato indietro prima del week-end, scendendo in controtendenza rispetto al Ftse Mib.

Generali si è fermato a 17,995 euro, con una flessione dello 0,58% e oltre 8,8 milioni di azioni scambiate, al di sopra della media degli ultimi 30 giorni pari a circa 7,4 milioni.

Generali: feedback resiliente dalla conference call

Il titolo è rimasto sotto la lente all'indomani dei risultati del primo trimestre, accompagnati da un feedback resiliente emerso dalla conference call, con possibile impatto positivo dall'incremento dei tassi di interesse, che sarà un elemento di supporto al risultati degli investimenti e permetterà di controbilanciare gli impatti negativi causati dall'inflazione e dalla volatilità dei mercati.

Generali: Equita SIM alza le stime

Dopo la conference call, gli analisti di Equita SIM hanno deciso di alzare in media del 4% le stime 2022-2024, principalmente per riflettere un migliore risultato tecnico nel P&C e una maggiore performance operativa nel Life, con sia il margine tecnico che il risultato degli investimenti che dovrebbero beneficiare dall’incremento dei tassi.

Le nuove stime di Equita SIM si posizionano nella parte alta dei target di piano, con tasso composto medio annuo di crescita dell'8% per il periodo 2021-2024 e dividendi cumulati per 5,5 miliardi di euro.

Gli analisti di Equita SIM hanno rivisto verso l'alto dell'1% il prezzo obiettivo di Generali a 20,5 euro, incorporando la revisione delle stime e il pagamento del dividendo di 1,07 euro in arrivo la prossima settimana.

La view sul titolo resta neutrale, con un rating "hold", alla luce del limitato upside rispetto alla valutazione fondamentale di Equita SIM e considerando che il titolo sta trattando con un multiplo prezzo-utili 2022 pari a 9,4 volte, a premio rispetto al settore e complessivamente in linea con la media storica di 9,8 volte.

Generali: la view di Kepler Cheuvreux e di Oddo BHF

Lo stesso rating "hold" è stato reiterato da Kepler Cheuvreux con un target price rivisto da 20 a 20,5 euro sulla scia della trimestrale.

I conti sono piaciuti anche da Oddo BHF che però non si sbilancia su Generali, con una raccomandazione "neutral" e un fair value a 20 euro.

Generali: bullish la strategia di JP Morgan e di Berenberg

Bullish la view di JP Morgan che consiglia di sovrappesare Generali, con un prezzo obiettivo incrementato da 23 a 23,5 euro.

La banca USA ha rivisto anche le sitme di eps, alzate del 2% per il 2022, dell'1% per il 2023 e del 3% per il 2024, sulla scia della forte trimestrale. 

A puntare sul titolo è anche Berenberg che ha una raccomandazione "buy" e un target price a 22,6 euro.
Anche questo broker ha messo mano alle stime, alzando quelle di risultato operativo e di utile netto del 2%-3% per il 2022-2024 dopo la trimestrale.

Berenberg ha rivisto anche le attese sul dividendo di Generali, aumentandole del 2% per quest'anno e per il prossimo.