Generali chiude bene. Focus su alcune indiscrezioni

Generali sotto la lente dopo alcune indiscrezioni merito a possibili ipotesi di operazioni straordinarie.

Seduta all’insegna del recupero per Generali che, dopo due giornate in calo e dopo aver ceduto quasi mezzo punto percentuale ieri, ha risalito la china oggi.

Generali risale dopo il calo di ieri

Il titolo si è presentato al close a 22,22 euro, con un vantaggio dello 0,68% e oltre 2 milioni di azioni passate di mano fino a ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 3 milioni.

Generali: rumor su possibili ipotesi di M&A

Secondo fonti citate da Bloomberg, Generali starebbe analizzando diversi potenziali target per considerare possibili scenari di consolidamento nel business assicurativo. Tra i nomi citati vengono indicati soggetti di dimensioni molto rilevanti come Aviva, NN Group e Aegon, con capitalizzazione di mercato in area o superiore a 10 miliardi di euro, così come operatori di dimensioni medie, come Ageas, Baloise Holding e Mapfre, con capitalizzazione di mercato in area 6-7 miliardi di euro, e altri con market cap più piccole in area 2-3 miliardi di euro, come Uniqa Insurance Group e Vienna Insurance Group.

Secondo l’articolo non ci sarebbero al momento trattative in corso, con Generali, che considererebbe operazioni solo se amichevoli e preferibilmente carta contro carta.

Generali: il commento di Equita SIM

Gli analisti di Equita SIM ricordano che la strategia di M&A di Generali nel business assicurativo è stata finalizzata, fino ad oggi, a rafforzare il posizionamento nei paesi in cui la compagnia era già presente.

Alcuni dei nomi citati mostrerebbero divergenze rispetto a questa strategia, mentre anche in termini di dimensioni alcune operazioni rappresenterebbero un significativo cambio di passo rispetto a quanto realizzato fino ad oggi dalla compagnia, con l’acquisizione di maggiori dimensioni rappresentata da Liberty Seguros per 2,3 miliardi di euro, eseguita interamente per cassa.

Gli esperti ricordano che il budget in termini di cassa, da dedicare all’M&A previsto dal piano in essere al 2024 era di 2,5-3 miliardi di euro ed è stato in larga parte utilizzato.

In attesa di novità, non cambia la view di Equita SIM che su Generali mantiene invariato il rating “hold”, con un prezzo obiettivo a 21,5 euro.

Davide Pantaleo
Davide Pantaleo
Davide Pantaleo da quasi un ventennio si occupa di Borsa e Finanza. Dopo aver svolto per diversi anni l'attività di promotore finanziario in Italia e all'estero, nel 2005 entra nel team di Trend-online con l'incarico di redattore.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
769FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate