Seduta difficile oggi per Hera che ha restituito al mercato quasi interamente il il buon rialzo conquistato ieri.

Hera storna dopo il rally

Il titolo infatti, dopo aver guadagnato quasi il 3% alla vigilia, oggi si è mosso in maniera speculare, scivolando all'ultima posizione nel paniere delle blue chips.

Hera è stato fotografato al close a 3,088 euro, con un calo del 2,28% e quasi 5,4 milioni di azioni scambiate, al di sopra della media degli ultimi 30 giorni pari a circa 3,8 milioni.

Il titolo oggi ha prestato il fianco alle prese di beneficio all'indomani del buon rialzo di ieri seguito alla presentazione del piano industriale 2020-2024.

Hera svela il nuovo piano industriale: ecco cosa prevede

Quest'ultimo, evidenzia Equita SIM, prevede un forte incremento delle spese per investimenti dai 2,86 miliardi di euro del precedente piano ai 3,2 miliardi attuali, focalizzate sullo sviluppo dell’economia circolare, dei networks e della client base.

I target al 2024 sono leggermente inferiori alle attese della SIM milanese che però si era posizionata sopra il consensus a fine piano.

In particolare sul 2024 Hera prevede un Ebitda incluso M&A pari a 1,3 miliardi di euro, un eps di 0,22 euro contro gli 0,25 euro stimati da Equita SIM, e un dividendo di 0,125 euro, con uno yield a fine piano del 4% ed un payout del 57%.

Forte l'impegno sui temi dell'economia circolare, in particolare su:

Waste, con la crescita della capacità (trattamento, biometano, ma anche recupero di materia con Aliplast ed idrogeno da rifiuti), dei volumi e delle M&A (nei rifiuti speciali e industriali);

Water, con l’improvement delle reti, la riduzione delle perdite e il riutilizzo.

Hera: Equita apprezza piano ma riduce stime

Gli analisti di Equita SIM ritengono il piano di Hera solido e ben centrato sulle dinamiche green deal, tuttavia i target al 2024 sono leggermente più bassi delle loro attese.

La SIM milanese ha ridotto quindi dell'8% le stime sull’EPS 2024, ma poichè ritiene conservativi i target di gruppo, rimane il 5% sopra la guidance.

Gli analisti su Hera ribadiscono la raccomandazione "hold", con un prezzo obiettivo a 3,5 euro.

Equita SIM parla di una società solida, con un posizionamento forte ed una strategia visibile nei settori regolati e nel waste, che mantiene però un profilo più difensivo in un contesto di recovery.

Hera: la view di Intesa Sanpaolo e Kepler Cheuvreux

Bullish invece Intesa Sanpaolo che sul titolo ha un rating "buy", con un target price a 4,7 euro, con gli analisti che definiscono affidabile e realizzabile il piano industriale di Hera.

Quest'ultimo è credible secondo Kepler Cheuvreux che parla di obiettivi in linea con le loro attese e con la precedente strategia del gruppo.

Il broker conferma la raccomandazione "buy" su Hera, con un fair value a 3,6 euro.